Lettera con intenti suicidi di Marilyn Monroe all'asta il 30 maggio

Los Angeles (California, Usa), 30 mar. (LaPresse/AP) - Una lettera scritta a mano da Marilyn Monroe in cui esprimeva i suoi pensieri suicidi andrà all'asta il 30 maggio. La missiva, senza data, è stata scritta dalla diva del cinema dall'hotel Bel-Air. Era indirizzata al suo maestro di recitazione Lee Strasberg a cui rivelava che stava perdendo la voglia di vivere. "La mia volontà è debole, non sopporto nulla. So che può sembrare pazzesco ma penso di stare diventando pazza". Questo l'appello disperato dell'attrice che si legge nella lettera. "Quando sono davanti alla macchina da presa la mia concentrazione e tutto quello che sto imparando mi abbandonano. Allora mi sento come se non appartenessi più al genere umano". La lettera potrebbe finire sotto il martello per una cifra tra i 30mila e i 50mila dollari nell'asta californiana di Profiles in History.

La lettera della Monroe non è l'unica che verrà battuta all'asta, anche una lettera senza data di John Lennon indirizzata a Paul McCartney e alla sua prima moglie Linda è stata messa in vendita. Quest'ultima, composta da due pagine, riflette le profonde tensioni tra i due Beatles. "Pensi che la gran parte dell'arte di oggi sia influenzata dai Beatles? - scriveva Lennon - Non credo tu possa essere così insano. Paul, quando smetterai di crederlo allora potrai svegliarti". In questa lettera sembrano essere affrontati i problemi del loro rapporto prima della rottura del 1971. La cifra stimata di vendita si aggira intorno ai 40mila dollari. Sono circa 250 le lettere e i documenti messi in vendita da un anonimo collezionista americano, alcuni di questi pezzi saranno anche esposti nella galleria d'arte di New York la Doug Elliman tra l'8 e il 16 aprile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata