Le figlie di Demi Moore vogliono un ordine restrittivo contro la madre

Los Angeles (California, Usa), 17 lug. (LaPresse) - Punto di rottura in famiglia Moore, le tre figlie dell'attrice Rumer, Scout e Tallulah stanno seriamente prendendo in considerazione di chiedere un ordine restrittivo contro la madre Demi per impedirle di prendere contatto con loro. Una fonte ha detto a 'Radaronline' che "i figli vogliono tagliare i rapporti con lei". Da quanto raccontato dalla fonte, Demi li chiamerebbe incessantemente, sempre in lacrime. Dopo un primo momento di vicinanza, le tre figlie, e in particolar modo la più grande Rumer, 23 anni, non vogliono più preoccuparsi della madre. Il motivo sembrerebbe essere il comportamento di Demi che da quando ha divorziato da Ashton Kutcher è molto più simile a quello di una sorella minore che di una mamma.

"Le hanno fatto capire qualche settimana fa che non vogliono parlare con lei in questo momento, ma ciò nonostante sta ancora cercando di contattarli". La Moore è sconvolta per aver perso i contatti con le figlie avute dalla lunga relazione con l'attore Bruce Willis che ora vive a Parigi. "Demi è fuori di sé, chiama incessantemente e manda mail, ma nessuna la richiama, tanto che ora le figlie stanno pensando a una misura molto più drastica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata