La voce di George Michael potrebbe restare danneggiata dalla polmonite

Londra (Regno Unito), 29 nov. (LaPresse) - Un chirurgo ha rivelato che la voce di George Michael potrebbbe essere danneggiata in modo permanente a causa dei trattamenti a cui si sta sottoponendo per la polmonite. Il cantante 48enne è stato ricoverato in Austria la scorsa settimana e mentre i medici dichiarano che le sue condizioni stanno lentamente migliorando, le sue corde vocali al contrario potrebbero rimanere seriamente danneggiate per le cure che sta ricevendo. Il chirurgo otorinolaringoiatra Gerrit Wohlt ha rilasciato un commento al 'Daily mail', dicendo che "nello scenario peggiore, il respiratore artificiale potrebbe danneggiare le corde vocali. Avrà bisogno di diversi mesi di riposo". L'evolversi della situazione "dipenderà da quanto tempo passerà al respiratore artificiale, ma nel peggiore dei casi la pressione del tubo vicino alle corde vocali potrebbe compromettere seriamente la sua capacità di cantare".

Nel frattempo, la famiglia del cantante, il padre 75enne Kyriacos Panayiotou e le sorelle Melanie, 49, Yioda 53, sono volati a Vienna per vegliare accanto al suo letto, insieme al fidanzato della star Fadi Fawaz. Si pensa che anche Kenny Goss, l'ex fidanzato di George Michael, con cui è stato per 13 anni fino al 2009, arrivi a Vienna. "Kenny è molto preoccupato - ha detto una fonte al 'Daily mail' - è stato in contatto ogni giorno e sarà sempre uno dei suoi migliori amici". Con il sopraggiungere della malattia e del conseguente ricovero, George ha dovuto annullare le restanti 14 date del suo 'Symphonica tour'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata