La vita in diretta, i belli da Delon a Mastroianni passando per 007

Roma, 10 nov. (LaPresse) - Si cambia registo a 'La vita in diretta', con un bel servizio che ripercorre la vita di Alain Delon, l'attore che ha compiuto 80 anni domenica 8 novembre. "Piaceva proprio a tutti, è sempre stato bellissimo", commenta Cristina Parodi al termine del filmato. "E' sempre stato un uomo tenebroso - aggiunge il critico cinematografico Francesco Alò - nessun ruolo importante della sua filmografia, infatti, lo vede a casa, accanto a una donna intelligente". "Alain è sempre un amante, un uomo sfuggente, introverso - dice Simona Izzo - uno così non si deve sposare, è fin troppo bello. La sua carriera è stata condizionata dalla sua bellezza".

Si continua a parlare di uomini belli: è poi il turno dei vari attori che hanno interpretato la saga di James Bond. In questi giorni al cinema c'è 'Spectre', intrerpretato da Daniel Craig. "Per la mia generazione, però, Bond è solo Sean Connery", commenta l'attrice Simona Izzo. "Il bond Craig è una rivoluzione epocale, è molto umano, litiga sempre con i parenti - scherza il critico Francesco Alò - non cerca più i flirt ma s'innamora, viene deluso e tiene il broncio. Come una donna".

Infine, impossibile dimenticarsi di Marcello Mastroanni. DOpo un servizio su di lui, "Mastroianni è tutto - dichiara Alò - rispetto a Delon, a Craig... Lui è tutto. Era un sex symbol planetario, per questo Scola lo rendeva brutto". "Mastroianni è un attore versatile - aggiunge la Izzo - può interpretare i gradi personaggi della vita. Ha avuto una carriera meravigliosa, lui poteva fare tutto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata