La Spears difende video contro accuse di Londra: la pistola era finta

Londra (Regno Unito), 29 set. (LaPresse) - E' in atto una controversia tra la municipalità londinese e una delle più note star del mondo, Britney Spears. La pop star ha usato durante le riprese per il suo ultimo video una pistola finta, senza chiedere il permesso alle autorità. Britney si è recata a Londra per registrare il video 'Criminal', insieme al suo compagno Jason Travick. Precisamente la clip è stata girata ad Hackney, il quartiere sconvolto dalle rivolte di questa estate. La scelta, quindi di girare la scena con una pistola in mano per una rapina in un supermercato, anche se solo per finzione, non è piaciuta al consiglio della zona di Hackney. "Non eravamo rimasti d'accordo che una pistola finta potesse essere utilizzata sul posto", ha detto il portavoce del consiglio. "Siamo delusi del cambiamento all'ultimo minuto". Un consigliere del quartiere, Ian Rathbone, ha invitato Britney a chiedere scusa e a fare una donazione alla charity di Hackney a titolo di risarcimento per la maleducazione. La Spears ha rifiutato categoricamente insistendo sul fatto che si trattava di "un oggetto di scena, assolutamente non legato ai fatti recenti". Inoltre, come riferito dal portavoce: "Il video è una storia di fantasia che riproduce il testo di una canzone scritta tre anni prima delle rivolte londinesi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata