La paura di Justin Bieber? Il buio, dorme con le luci accese

Los Angeles (California, Usa), 21 mag. (LaPresse) - Justin Bieber ha paura del buio e a volte sente ancora il bisogno di dormire con le luci accese. A smascherarlo il padre, Jeremy, in una dichiarazione, rilasciata al 'Sunday times magazine', che abbassa notevolmente il sex appeal del ragazzo e il suo tasso di virilità, già labili per i tratti delicati del volto del giovane idolo delle teenager. "Justin quando ha paura ha le mani che sudano e spesso di notte deve tenere la luce accesa nel caso si svegliasse durante il sonno". Bieber ha ben poco di cui aver paura, sa bene di essere molto fortunato: nella vita ha avuto tutto e anche di più. Per questo ringrazia Dio ogni giorno; è fortemente credente e ammette di sentirsi benedetto per i successi inaspettati ottenuti nella sua vita. "Dio significa molto per me - ha detto Bieber - prego quando vado a dormire, prego durante il giorno, quando ho un problema o quando, solamente, voglio ringraziarlo per qualcosa. Senza Dio non sarei in questa posizione".

Justin oltre a essere grato per la sua posizione privilegiata, al momento è felice del suo aspetto non troppo mascolino, soprattutto perché evita di doversi fare la barba troppo spesso. I suoi lineamenti delicati ed efebi, nonostante la maggiore età, gli danno un aspetto ancora molto fanciullesco, e per il momento a lui va bene così: "Sono contento di non avere troppi peli sul viso. Mi faccio la barba, ma solo di tanto in tanto. Alcuni ragazzi devono radersi anche due volte al giorno. Come mio padre che si rade spesso, e probabilmente in futuro sarà così anche per me".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata