L'Wren Scott, si cerca causa suicidio tra crisi personale ed economica

Londra (Regno Unito), 19 mar. (LaPresse) - Dopo la morte di L'Wren Scott, trovata impiccata nel suo appartamento di New York lunedì 17 marzo, si scava nella sua vita per cogliere nuovi particolari che possano gettare luce su quanto accaduto. Secondo i suoi amici, la ex modella e fashion designer 49enne si sarebbe "comportata stranamente" nelle settimane prima della sua scomparsa e che avrebbe rifiutato telefonate, un comprtamento che stava preoccupando quelli vicini a lei. Una fonte ha raccontato al New York Post che i suoi cari "sapevano che stava accadendo qualcosa, e che stava andando avanti da almeno una settimana".

L'Wren raggiungeva spesso il suo compagno Mick Jagger e i Rolling Stones in giro per il mondo, ma questa volta "Non stava abbastanza bene da andare in tour con loro". Secondo un insider che ha parlato con il MailOnline, la stilista, partner di lunga data di Jagger, "era molto turbata e c'erano stati problemi con Mick e la sua posizione nella famiglia. Sembra che soffrisse di depressione". Secondo la fonte, Scott pativa per il rifiuto del cantante di sposarla dopo 13 anni insieme, ed aveva sofferto per non essere stata invitata dalla ex moglie di Jagger, Jerry Hall, ai festeggiamenti per la gravidanza di Assisi, la 21enne figlia della primogenita di Mick, Jade (nata dal matrimonio con Bianca Jagger).

Allo stesso tempo, il Sun riferisce che Mick era "totalmente devoto" e fedele alla sua compagna. "Non aveva alcun desiderio di andare con altre donne. Passavano tanto tempo insieme - ha detto un amico della coppia - erano molto innamorati, e lui al momento è a pezzi". Stessa posizione riportata da un altro amico del rocker al Daily Mirror, secondo cui Jagger "E' del tutto devastato e vuole solo essere circondato dalla sua famiglia. Non lo abbiamo mai visto così abbattuto e siamo estremamente preoccupati per lui. Non dorme più da quando ha avuto la notizia, e chi potrebbe? Come chiunque, sta lottando con quanto accaduto e si chiede se avrebbe potuto impedirlo. Certo non c'è nulla che avrebbe potuto fare, ma questo non gli impedisce di essere tormentato dalla piega degli eventi. Ripensa ad ogni istante ai loro ultimi giorni insieme e se avrebbe potuto notare eventuali segnali di pericolo. E' tutto molto triste".

Sempre il Daily Mirror riporta le parole di un'altra fonte, secondo cui Jagger sarebbe stato "enormemente di supporto" e avrebbe dato un cospicuo aiuto economico alla compagna, la cui azienda era indebitata per oltre 6 milioni di euro, un fatto che l'avrebbe messa in grande crisi. "L'Wren era terribilmente turbata da quanto la sua attività stesse andando male, tanto da essere obbligata a cancellare la sua sfilata alla London Fashion Week di febbraio. Era una donna orgogliosa e comprensibilmente imbarazzata da quanto accaduto. Anche se Mick era con lei ad ogni passo cercando di aiutarla come meglio poteva, la situazione deve aver messo sotto pressione il loro rapporto".

La stilista "Ha dato la colpa alla debacle della fashion week a ritardi nella produzione - ha aggiunto l'insider - ma stava mascherando gli enormi problemi finanziari dell'azienda. Nello spietato mondo della moda, la reputazione è tutto e deve essere stato un duro colpo personale cancellare lo show. La paura del fallimento negli occhi dei suoi pari, in ultima analisi, potrebbe essere stato troppo".

Una tesi sostenuta anche da Jo Wood, ex moglie del compagno di band di Jagger Ronnie Wood, secondo cui questa potrebbe essere stata l'ultima goccia. "Forse la questione finanziaria potrebbe essere stato l'innesco, perché era una donna molto orgogliosa - ha detto alla Cnn - non lo so, sono sorpresa come chiunque altro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata