L'intruso di Diddy: Ho mangiato bevuto e dormito a casa del rapper

New York (New York, Usa), 6 lug. (LaPresse/AP) - Sta passando dei guai legali per la sua bravata, ma l'uomo che si è introdotto illegalmente nella casa di Sean 'Diddy' Combs nell'East Hampton a New York si è tolto qualche soddisfazione. Secondo quanto riporta il New York Post l'uomo, che si chiama Quamine Taylor, alla sentenza che lo ha incriminato ha raccontato di aver bevuto i liquori del magnate del rap, di aver fumato i suoi sigari e aver dormito nel suo letto. Quamine, un 30enne con problemi mentali del Queens, ha spiegato tutte le sue mosse nella magione per vivere a modo suo una giornata da re del rap.

"Ho portato un panino, un cheesecake, del pollo fritto che ho mangiato in casa e ho bevuto una bottiglia di cognac e quattro lattin di Pepsi" ha raccontato, aggiungendo di aver usato anche la salsa piccante di Diddy, una bottiglia un liquore alla vodka che ha trovato in casa. Quindi "dopo aver mangiato sono andato di sopra e sono andato a letto". Ha poi fumato tre preziosi sigari del rapper e una lattina di aranciata. Già che c'era si è rinfrescato usando sapone e il dopobarba di Diddy. È riuscito ad entrare in casa fingendo di essere un amico di Diddy, e ci ha passato 24 ore prima di essere preso. "In realtà speravo di restarci tra i 5 e i 17 giorni" aveva detto al Post mentre era in attesa della sentenza.

Taylor ha scontato i quasi tre mesi in carcere dal suo arresto alla sentenza, che sono stati considerati un periodo adeguato per la sua irruzione. Gli è stato ordinato di stare lontano dalla casa di Diddy per almeno cinque anni. Ma potrebbe essere difficile rispettare l'ordine per l'uomo, che non può resistere alla tentazione della bella vita del rapper. È la seconda volta che Taylor infatti viene arrestato per la stessa ragione: nel 2001 aveva cercato di farsi passare per il cugino del rapper e la polizia lo aveva trovato mentre nuotava in piscina. "Ci passo molto tempo, ma Sean qualche volta la prende in modo bizzarro che io stia qui" ha notato Taylor, l'unico a sorprendersi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata