Kurt Cobain, il ricordo su Twitter a 22 anni dalla morte
Il 5 aprile del 1994 il cantante dei Nirvana si tolse la vita: oggi è trend topic con l'hashtag #KurtCobain

Il 5 aprile di 22 anni fa, Kurt Cobain, cantante e chitarrista dei Nirvana, metteva fine alla sua vita con un colpo di fucile. Aveva 27 anni e da allora è diventato leggenda. La sua musica grunge e la sua immagine di giovane ribelle e maledetto hanno influenzato quasi due generazioni di giovani. Oggi, nell'anniversario della sua morte, il popolo della rete lo ricorda sui social network. L'hashtag #KurtCobain è tra i trend topic del giorno di Twitter dove fioccano foto dell'artista, insieme alle sue frasi più celebri.

Al momento, sui profili Twitter e Instagram della sua storica compagna, Courtney Love, e della figlia, Frances Bean Cobain, non sono comparse frasi commemorative, ma ci pensano i fan di allora e di oggi a ricordarlo.

"Vivete la musica, suonatela, anche un accordo ma con l'anima e il cuore. Così voglio ricordarti #KurtCobain". Questa è una delle dediche apparse in queste ore su Twitter. "Ci ha lasciato 22 anni fa, la sua musica però rimane eterna", scrive un altro utente. "Semplicemente grazie", dice un apapssionato del cantautore di Seattle, mentre un altro ricorda: "Ho di nuovo 15 anni e piango come un vitello fuori dal liceo alla notizia della sua morte". "Non ci sono parole di fronte alla grandezza", "Al mondo mancano persone come lui", "Oggi ricordo #KurtCobain il cuore si stringe", "22 anni fa ci lasciava la voce di una generazione, una delle ultime leggende del rock", "Kurt is my sheperd", "22 anni fa oggi, il mondo perdeva una leggenda della musica", sono altri messaggi comparsi sul social network in ricordo del papà del grunge.

In molti invece hanno pubblicato le sue frasi più celebri: "Preferirei essere odiato per quello che sono, invece che essere amato per quello che non sono", "Fai dono della musica", "Non apprezzi mai le cose che hai finché non le perdi", "Voi mi odiate, io per dispetto vi amo tutti", "E' meglio bruciare in fretta che spegnersi lentamente": con quest'ultima Kurt Cobain chiuse la lettera che scrisse prima di spararsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata