Kim Kardashian impone: Niente riprese in sala parto

Los Angeles (California, Usa), 11 giu. (LaPresse) - Kim Kardashian vuole tenere lontane le telecamere dalla sala parto. Scottata dall'intrusione degli obiettivi nelle sua vita privata, che hanno in qualche modo contribuito al fallimento del suo ultimo matrimonio con Kris Humphries, la Kardashian non vuole più commettere gli errori fatti in passato. Anche se trovarsi sotto i riflettori rappresenta il suo business, la nascita della sua prima figlia dal rapper Kanye West non verrà ripresa per il reality 'A spasso con i Kardashian' e resterà privata. Diversamente dalla sorella maggiore Kourtney, che ha dato alla luce sua figlia, Penelope, nell'episodio finale della settima stagione dello show, Kim si rifiuta di lasciare entrare le telecamere per riprendere e poi trasmettere il giorno in cui metterà al mondo la sua piccola.

"I produttori vogliono che Kim faccia la stessa cosa che ha fatto Kourtney" ha raccontato una fonte a RadarOnline "ci sarebbero ascolti da sogno e il reality diventerebbe oro. Kim però si rifiuta. Non vuole che i fan la vedano in quella situazione, in sala parto". Kim, 32 anni, e Kanye, 36, sono pronti a diventare genitori il mese prossimo della loro prima figlia e sono molto protettivi verso la nascitura tanto da declinare già ogni invito per farla comparire nello show di famiglia, nonostante le insistenze di Kris Jenner, la mamma di Kim. La fonte infatti conferma che "Kim ha preso molto sul serio il suo impegno. Più volte ha detto che la bimba non farà parte dell'impero televisivo dei Kardashian". Kim ha sempre adorato farsi fotografare e seguire dai paparazzi in ogni suo movimento, consapevole che l'attenzione mediatica ha dato un significativo slancio alla sua fama e successo.

Tesa per l'arrivo della figlia, Kim non ha voluto più che i paparazzi la fotografassero con il pancione e su Twitter si è sfogata. "Non volevo che i paparazzi mi scattassero una foto oggi - ha raccontato la Kardashian - hanno minacciato la mia vita dicendo che se continuavo a bloccarli, loro avrebbero reso il mondo in cui vivo pericoloso. Come osano minacciare la mia vita e quello di mio figlio non ancora nato?". Nel frattempo Kim e Kris sposati solo per 72 giorni, hanno ultimato le pratiche di divorzio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata