Kim Kardashian criticata dalla Peta per stivali di pitone

Los Angeles (California, Usa) 20 giu. (LaPresse) - Kim Kardashian continua ad essere nell'occhio del mirino della Peta, che non si esime dal criticare il ripetersi del comportamento, sentito come irrispettoso verso gli animali, della reginetta dei reality televisivi. La Peta è andata su tutte le furie quando ha visto a Parigi la Kardashian con degli stivali di serpente. Precisamente degli stivali Christian Laboutin in pitone dal valore di 5.495 dollari, la cui commercializzazione è addirittura proibita nello stato della California. Un portavoce della Peta (People for the Ethical treatment of animals) ha paragonato Kim Kardashian al personaggio di Crudelia De Mon della 'Carica dei 101'. Wendy Wegner, parlando a 'Radar Online' ha detto: "Sarebbero andate d'accordo con una pelliccia di Dalmata, che è illegale in California ed è immorale altrove".

Non è certo la prima volta che la Kardaschian viene attaccata dalla Peta, solo qualche tempo fa, un'animalista le aveva gettato addosso della farina durante una presentazione. Ma ancora più sorprendente è stato un cartellone gigante che la ritraeva indossare una pelliccia di volpe e due piccoli cuccioli con lo slogan: "A questi cuccioli di volpe manca la mamma, non è che ce l'ha sulle sue spalle". Secondo il codice penale della California è illegale importare pitone nello stato californiano per scopi commerciali, o di possedere con l'intento di vendere o vendere all'interno del territorio californiano. Tuttavia, non è illegale acquistare capi in pelle di pitone in un altro stato e indossarli in California.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata