Se Juve-Inter fosse serie tv: il derby d'Italia come 'Il Trono di Spade'

Bianconeri come i Westeros chiamati a difendersi dall'assalto degli interisti 'estranei'

E se Juventus-Inter fosse una serie tv? In fondo, il derby d'Italia è un condensato di attese, emozioni ed effetti speciali degno dei migliori show per il piccolo schermo, interpretato da protagonisti brillanti e carismatici. Eroi e supereroi le cui gesta scandiscono gli intrecci e i colpi di scena dello script. Fino all'epilogo - glorioso o dolente, a seconda dei punti di vista - che può indirizzare il 'running plot', la storia principale della stagione.

Il big match in palinsesto venerdì allo Stadium promette di essere una battaglia e "se si parla di battaglie non si può non pensare a 'Il Trono di Spade'", dice Giorgio Viaro, grande esperto di serie: è direttore del mensile di cinema e televisione 'Best Movie', direttore artistico del Festival delle Serie Tv di Milano e del Cine&Comic Fest di Genova. La celebre saga fantasy della Hbo, seguita da milioni di persone in tutto il mondo, racconta la guerra per la conquista del trono che porta le più potenti e nobili casate a scontri o alleanze a seconda delle occasioni. Nelle ultime stagioni particolare importanza riveste la battaglia tra le truppe di terra di Westeros, il continente Occidentale, e la minacciosa armata degli 'Estranei'. "Ecco, i primi - spiega Viaro a LaPresse - potrebbero essere un po' come i bianconeri, chiamati a difendersi dall'assalto dei secondi, 'estranei', come i nerazzurri e le altre inseguitrici, allo scudetto che ormai da sette anni vola a Torino".

Juve regina incontrastata in patria ma ancora alla ricerca della gloria continentale: anche questo sembra un soggetto per una serie... I bianconeri in Europa mi ricordano gli Stark: nel 'Trono' è la casata più vessata dalla malasorte, periodicamente colpita da disgrazie familiari. Proprio come gli Stark, la Juve deve affrontare molte avversità nella corsa alla Champions League-Trono di Spade. E a trainarli nell'impresa è il Re del Nord Jon Snow, il 'principe che fu promesso' che non ha lo stesso sangue della famiglia, ma che si rivelerà il legittimo erede al trono. Nella figura di Jon rivedo in qualche modo Cristiano Ronaldo, la stella arrivata in estate per dare la scalata alla Champions.

Il campione portoghese non ricorda anche un supereroe di quelli adorati dai giovanissimi? Magari Flash, sì. Per la velocità, i movimenti, la postura nella corsa, con il petto in fuori.

E Max Allegri? Quale personaggio potrebbe interpretare? Il tecnico è un grande stratega, lavora nelle retrovie in maniera molto scaltra. Un doppiogiochista, nel senso buono ovviamente: uno che dice di non badare alla tattica, 'giochiamo con il 4-3 e poi casino davanti", ma che in realtà sa perfettamente come organizzare e modellare la squadra. Sempre restando nell'universo del 'Trono di Spade' Allegri potremmo accostarlo al 'folletto' Tyrion Lannister, eccellente consigliere politico, geniale stratega nel governare gli umori delle persone che deve servire. Oppure a Ditocorto, personaggio che 'trama' nell'ombra, lavorando senza troppi clamori al raggiungimento del suo obiettivo.

Nell'Inter uno che non sfigurerebbe in una serie tv è certamente il 'bad boy' Radja Nainggolan. Tatuato e spericolato: il Ninja potrebbe essere uno dei protagonisti di 'Sons of Anarchy', che racconta le vicende di un gruppo di motociclisti.

E il guerriero Mandzukic, tornando alla Juve? Se CR7 è l'eroe senza macchia, Marione lo associo ad uno dei cavalieri della Tavola Rotonda. Un giocatore che lotta per la squadra, spendendosi a tutto campo, fiero di servire la causa, senza abbassare mai la testa. Uno dei fedelissimi di Re Artù.

Passiamo ai difensori: nel cast di quale serie inserirebbe Chiellini e Bonucci, i 'gemelli' tornati insieme dopo la fuga di Leo al Milan? Penso a Giorgio e mi viene in mente la celebre scena del 'Signore degli Anelli' - che dopo i film, diventerà anche una serie tv - dove lo stregone Gandalf affronta il mostro Balrog urlandogli 'Tu non puoi passare'. In pratica, quello che succede se gli avversari si avvicinano all'area bianconera... Ma Chiellini e Bonucci rappresentano anche il muro della Juventus, ed evocando nuovamente il 'Trono di Spade' possiamo accostarli alla Barriera, la fortificazione difesa dai Guardiani della Notte. Dopo l'anno in rossonero, Leo è tornato a Torino a guardare le spalle al fido compagno: un po' come fa Ser Jorah, il cavaliere che giura fedeltà alla Regina dei Draghi Daenerys Targaryen.

E dopo lo spettacolo di Juventus-Inter, quale serie tv ci consiglia? 'Escape at Dannemora', diretta da Ben Stiller e interpretata, tra gli altri, da Benicio del Toro. Racconta la fuga dal carcere di due condannati. Un prodotto di grande qualità. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata