Justin Bieber multato per eccesso di velocità: Mi stavano inseguendo

Los Angeles (California, Usa), 7 lug. (LaPresse/AP) - Justin Bieber è stato multato per eccesso di velocità sulla superstrada di Los Angeles perché inseguito da altre vetture. Erano circa le 10.45 della mattinata di ieri quando il giovane cantante 18enne è stato fermato per aver superato i limiti di velocità. Viaggiava sulla U.s Hightway 101 nei pressi di Studio city e una volta fermato dagli agenti, Bieber ha dichiarato di essere stato inseguito da alcuni paparazzi.

Sono scattate le indagini degli agenti per rintracciare i guidatori delle vetture che hanno lasciato la zona prima che Jus fosse fermato. La descrizione dell'accaduto di Bieber è sostenuta da un testimone oculare, il consigliere comunale della città di Los Angeles, Dennis Zine, che ha chiamato le autorità competenti dopo aver riconosciuto la vettura di Bieber, una Fisker Karma argento cromato, e aver visto 5-6 vetture che lo inseguivano.

Il consigliere Zine, che è stato agente di polizia a Los Angeles per più di 30 anni, ha valutato che le auto superavano i 160 chilometri orari. I paparazzi facevano manovre selvagge e imprudenti per stare al passo di Bieber, che zigzagava tra le altre vetture, infrangendo la legge e guidando temerariamente oltre i limiti, e conseguentemente per inseguirlo, anche i fotografi in auto stavano facendo altrettanto. "Molto strano che nessuno si sia schiantato", ha commentato Zine dopo aver visto la corsa delle vetture. "Bieber guidava in modo totalmente sconsiderato e l'avrei arrestato se l'avessi fermato. Non l'avrei multato e lasciato andare via liberamente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata