Justin Bieber: Mio compleanno a Londra un fiasco per colpa del locale

Londra (Regno Unito), 4 mar. (LaPresse) - Justin Bieber ha dato la sua versione dei fatti per il "peggior compleanno" passato a Londra, quando lui e il suo entourage sono stati cacciati dal nightclub Cirque du Soir. Secondo la nota ufficiale rilasciata del locale, il cantante e la sua cricca sono stati mandati via dopo cinque minuti perché "puzzavano di erba" e ne è seguita una rissa con i buttafuori. I tabloid inglesi hanno aggiunto che sono stati allontanati perché facevano parte del gruppo dei minorenni, ovvero la cantante e modella inglese Ella-Paige Roberts Clarke, 17enne e presunta nuova fiamma di Bieber, e il figlio di Will Smith, Jaden, 14 anni. Ma la posptar neo 19enne non ci sta e sul suo profilo di Instagram nega di essere andato contro le regole del club. "Quel buffo momento in cui la gente crede che io abbia portato dei minorenni in un locale. Pensate che Will lasci che suo figlio 14enne entri in un locale? Io no" ha scritto.

"Mi piace - ha aggiunto - come il club abbia dato alla stampa una ragione in più sul perché non siamo rimasti in quel cesso di posto, così che non ci facessero brutta figura mentre io entravo ed uscivo immediatamente da lì".

Bieber spiega inoltre cosa c'è dietro la sua frase su Twitter "Peggior compleanno": ben altro che non l'esclusione da un locale, dice. "Ho detto 'peggior compleanno', ma era a causa degli energumeni che spingevano i miei fan e che sono stati esageratamente aggressivi. Non è stato il peggiore perché tutti i miei amici di casa sono volati qui. Ero solo arrabbiato al momento. A volte vuoi solo sfogarti. Voglio semplicemente rilassarmi con gli amici. Ci sono i concerti di Londra questa settimana. Non è sempre facile ma è quello che è, bisogna che resti concentrato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata