Jessica Mazzoli, ex di Morgan: Sono fuggita da lui per bene mia figlia

Milano, 16 apr. (LaPresse) - "Questa situazione va avanti da tempo, troppo. La mia è una decisione sofferta. Ma, per il bene mio e di mia figlia, ho deciso di chiudere con Marco". Jessica Mazzoli, mamma di Lara, 4 mesi circa, ormai ex di Marco Castoldi, in arte Morgan, ricoverato il 5 aprile all'ospedale di Monza per un'intossicazione, spiega sul numero di 'Chi' in edicola domani, mercoledì 17 aprile, le ragioni della fine della sua relazione con il cantautore. "I problemi sono iniziati quando, per decisione di entrambi, sono venuta qui in Sardegna a riposare: dopo un po' lui è sparito. E io, in quel momento, ero al settimo mese di gravidanza".

Quando è nata la loro bambina, Jessica rivela: "Lui si è presentato in ospedale solo il giorno dopo" e confessa "ero disperata, non riuscivo a darmi una risposta, nessuno mi dava una risposta. A cominciare da lui. Ogni volta che io lo cercavo, mi rispondevano degli assistenti. Si era dileguato". Poi, anche quando c'è stato un riavvicinamento, fra loro, "la situazione si è fatta subito insostenibile: Marco non aveva affetto per me, nessun gesto d'amore. E neanche una parola fra noi. Prima diceva che con la nostra storia e con l'arrivo di Lara avrebbe iniziato a comportarsi in maniera dignitosa. Poi dicevo che dovevo accettarlo con tutti i suoi demoni".

Infine, "credo che la sua famiglia abbia sempre pensato che io mi fossi fidanzata con lui per interesse artistico, ma non è così. Anzi, ora dovrei fare il mio percorso daccapo. L'ultima volta che sono andata a trovarlo a casa, dopo che aveva lasciato l'ospedale, ho provato a calmarlo, gli ho detto: 'Prendiamo delle decisioni insieme'. Volevo che venisse con me in Sardegna e che stesse vicino al mare, lontano dal suo ambiente. Lui, invece, si è chiuso in sé. Allora ho capito che era finita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata