James Cameron: Tre sequel di 'Avatar' girati in Nuova Zelanda

Wellington (Nuova Zelanda), 16 dic. (LaPresse/AP) - James Cameron tornerà in Nuova Zelanda per girare tre sequel di 'Avatar', il film del 2009 che ha segnato il maggiore incasso nella storia del cinema. Il regista lo ha annunciato oggi nella capitale, Wellington, con il produttore Jon Landau e il primo ministro neozelandese John Key. I film saranno realizzati dalla Lightstorm Entertainment e dalla Twentieth Century Fox. 'Avatar' è uscito nelle sale nel 2009 ed è stato girato in Nuova Zelanda.

Vincitore di tre premi Oscar, è il film dal più alto incasso nella storia, con un box office internazionale di quasi 2,8 miliardi di dollari. Cameron ha detto che prevede di girare tutti i successivi tre capitoli insieme, in una sola volta, impiegando circa nove mesi battendo il primo ciak nel 2015. L'obiettivo è quello di esordire nelle sale per Natale 2016 e lanciare i seguenti capitoli rispettivamente a fine 2017 e fine 2018.

"E' piuttosto eccitante poter dire ufficialmente che stiamo portando i film di Avatar in Nuova Zelanda" ha detto il regista in conferenza stampa. "Abbiamo avuto un'esperienza meravigliosa qui con il primo film". Cameron poi ha specificato che il lavoro al momento si sta concentrando sulla sceneggiatura e sul disegno delle scene del film. Il governo neozelandese ha accordato uno sconto del 25% per la realizzazione dei film, il che significa che la Lightstorm e la Twentieth Century Fox spenderanno almeno 413 milioni di dollari in Nuova Zelanda. Senza fare previsioni di budget per Cameron girare i tre film contemporaneamente porterà a un significativo risparmio e insieme le tre pellicole costeranno meno di un miliardo.

Il regista intende girare i film in 3D e riprendere alcune scene a 48 fotogrammi al secondo. I film in genere sono girati alla velocità di 24 frame in un secondo. Anche il regista neozelandese Peter Jackson ha girato la sua trilogia 'Lo Hobbit' al doppio della velocità nel tentativo di rendere il film più realistico e di maggiore impatto. Ma il risultato ha attirato recensioni contarstanti da parte della critica.

Il primo ministro Key ha sottolineato come l'annuncio delle riprese di Avatar nel Paese sia motivo di entusiasmo per dare ulteriore vigore alla cinematografia neozelandese. "E' un giorno di festa - ha detto Key -. Un buon regalo di Natale per coloro che sono coinvolti nella realizzazione di pellicole a carattere mondiale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata