Jack Nicholson: I miei giorni da donnaiolo sono finiti

Londra (Regno Unito), 5 nov. (LaPresse) - Jack Nicholson non ha più l'energia per essere un donnaiolo. L'attore all'età di 75 anni, non vuole sminuire il fatto di aver fatto innumerevoli conquiste femminili nella sua vita, ma in un'intervista al Sun ha ammesso che si sente a disagio quando viene etichettato come "leggenda del sesso". "Sono una persona estrema - ha detto Nicholson - se qualcuno dice 'Jack, sei un donnaiolo', non lo nego. Ma la vita di un gigolò finisce sempre male. Ecco perché mi sento a disagio per quella definizione di 'leggenda del sesso'".

Jack ha avuto una lunga relazione con l'attrice Anjelica Huston, durata 17 anni, ed è stato coinvolto, tra le altre, con la cantante Michelle Phillips e la modella Janice Dickinson. "Non ho più l'energia - ha continuato l'attore - per lavorare e contemporaneamente folleggiare. Così durante gli ultimi film che ho fatto, di rado la notte ho lasciato il mio albergo. Oggi per me è completamente diverso dai tempi di 'Shining'. Allora vivevo a Londra, per me, una delle città migliori sulla Terra. Le 17 settimane di riprese in programma ai Pinewood Studios hanno finito per trasformarsi in 47, per la precisione di Stanley Kubrick, che ci faceva ripetere le scene innumerevoli volte. Ho pensato, 'Ok, sto lavorando con il regista più duro del mondo dello spettacolo e ho intenzione di bruciare Londra con feste tutte le sere".

Jack inoltre si rammarica di essere stato così iracondo durante la sua vita e ha ammesso che avrebbe dovuto imparare molto tempo fa a controllarsi. "La rabbia è sempre stata un problema e ogni tanto dovrei riuscire a eliminarla dal mio corpo: me ne pento sempre in ritardo. Dopo un paio d'ore mi calmo e penso: 'Avrei potuto risolvere il problema in un modo diverso anziché esplodere?' Avrei dovuto imparare a comportarmi molto tempo fa, il che avrebbe reso la mia vita più facile, con meno bisogno di scusarmi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata