J-Ax e Fedez 'Comunisti col Rolex': Il nostro riscatto sociale
Esce ufficialmente oggi l'album dei due rapper lombardi

Dopo mesi e mesi di attesa, un singolo che è stato la colonna sonora dell'estate ('Vorrei ma non posto') e un altro appena uscito che è già un successo ('Assenzio'), Fedez e J-Ax ora sono pronti al loro debutto ufficiale. L'album in coppia dei due rapper lombardi esce ufficialmente oggi: il titolo, ormai annunciato da tempo, è 'Comunisti col Rolex'. In concomitanza esce anche il terzo singolo estratto, 'Piccole cose', con la partecipazione di Alessandra Amoroso.

Per l'occasione Fedez e J-Ax hanno deciso di presentare l'album alla stampa in un posto particolare: il luogo prescelto è l'attico acquistato pochi mesi fa da Fedez a Milano. Proprio l'appartamento che è stato per settimane al centro delle polemiche, mettendo il rapper alla berlina per l'ostentazione della sua ricchezza con l'acquisto di una casa da 2 milioni di euro. "Sono offesissimo - ha spiegato ridendo Fedez -, questa casa costa molto di più di 2 milioni di euro". E sulla polemica con Tiziano Ferro, contro il quale nel testo di una canzone dell'album dice 'Tiziano Ferro si è comprato l'attico di fianco a Fedez/ Con i soldi risparmiati, a cena con il fisco inglese', ha chiarito: "Non ho nulla contro Tiziano e non mi sono mai permesso di criticarlo a livello artistico. Ho utilizzato Tiziano per portare alla luce il fatto che in Italia vengano usati due pesi e due misure dalla stampa online. Quando ho comprato casa, ho pubblicato alcune foto. Ma non avevo neanche scritto che era casa mia, potevo essere in un albergo. Poi è uscito un articolo in cui si parlava dell'attico e hanno deciso di parlare della 'estate cafona' di Fedez anche due giornalisti come Aldo Grasso e Gramellini. Di Tiziano, invece, che ha preso casa qui di fianco, nessuno ha scritto nulla. Forse perchè non porta click ai siti o forse perchè pensano che io non me lo meriti e lui sì. Se uno ha un passato fiscale torbido, nessuno dice niente".

Archiviate le polemiche, il duo di rapper ha raccontato il tanto atteso album. A partire dal senso del titolo, scelto "mentre eravamo in hotel a Bari. Avevamo pensato a tanti titoli, fra i quali 'Movimento 5 Stelle Michelin'. Poi abbiamo letto questo commento e abbiamo deciso di chiamarlo così. Forse era un articolo che parlava di casa mia - racconta Fedez - e che diceva che eravamo i soliti comunisti col Rolex". Ma cosa vuol dire 'Comunisti col Rolex'? "La frase 'cuore a sinistra, portafoglio a destra' esiste solo in Italia. Per noi è il simbolo del nostro riscatto sociale. Ci si può arricchire onestamente e non bisogna nasconderlo, anzi bisogna andarne fieri", spiega Fedez. Gli fa eco J-Ax: "Spesso una categoria di persone a cui si affibbia un dispregiativo lo fa diventare un motivo di orgoglio. Quello che per altri è un fattore negativo, diventa un merito. Faccio in modo che il tuo insulto diventi un complimento". 

Tante le collaborazioni presenti nel nuovo album: da quelle ormai già sentite in radio con Stash e Levante a quella in uscita oggi con Alessandra Amoroso, passando per Arisa, Giusy Ferreri, Sergio Sylvestre, Alessia Cara, Nek e Loredana Bertè. Ma anche Calcutta, che pur non presente in voce, ha aiutato i due nella stesura degli incisi di due brani. Poi, dopo l'uscita dell'album, la partenza del tour l'11 marzo a Torino con già 107mila biglietti venduti. "Prevediamo - spiega Fedez - che le prime 15 date saranno sold out. Lo sono già quella di Roma, le prime due di Milano e lo è quasi la terza, tanto che ne apriremo la quarta. E' quasi esaurita anche la data di Torino". E se, come dice J-Ax, fare stare l'ego di tutti e due nella stessa stanza e in un solo disco è stato complicato, c'è da scommettere che le esibizioni dal vivo saranno esplosive.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata