False dichiarazioni e riciclaggio di denaro: Bar Rafaeli incriminata in Israele

La top model presa di mira dal fisco: per anni avrebbe mentito sulla sua residenza e sui beni in suo possesso

Dal Suv di lusso mai dichiarato alle false dichiarazioni: il fisco israeliano se la prende con Bar Refaeli. La supermodella è stata incriminata in Israele per il sospetto di false dichiarazioni fiscali e riciclaggio di denaro.

I punti di cui viene accusata sono diversi. Innanzitutto, secondo  i media israeliani, tra cui il Jerusalem Post, la top model avrebbe mentito per anni al fisco dichiarando di trascorrere la maggior parte della vita fuori dal Paese, evitando così di pagare le tasse. In secondo luogo, Rafaeli non avrebbe dichiarato beni per ingenti somme. Come il caso del Suv di lusso, ottenuto come un regalo legato al suo lavoro, ma mai dichiarato in suo possesso: non l'avrebbe pagato e avrebbe usato la propria immagine per fare promozione alla casa automobilistica. Infine,un altro punto su cui si sono concentrate le indagini è il pagamento di un designer da parte della modella, con una cifra molto inferiore del valore reale del lavoro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata