India, arrestato fidanzato di Jjah Khan, attrice di Bollywood suicida

New Delhi (India), 11 giu. (LaPresse/AP) - Il fidanzato di Jiah Khan, attrice di Bollywood che si è tolta la vita il 3 giugno scorso, è stato arrestato con l'accusa di istigazione al suicidio. La polizia indiana ha riferito che Suraj Pancholi, figlio di una coppia di attori bollywoodiani, è stato arresto lunedì sera. Era il fidanzato della 25enne trovata impiccata nel suo appartamento a Mumbai. Le indagini hanno confermato che Nafisa Khan, vero nome dell'attrice, si è suicidata nella sua casa in zona Juhu. Ha lasciato una lettera in cui sosteneva che Pancholi l'avesse tradita, avesse abusato fisicamente di lei, obbligandola anche a un aborto. La polizia ha autenticato la lettera e i media indiani l'hanno pubblicata.

I genitori di Pancholi sono Aditya Pancholi e Zarina Wahab. Jiah Khan è nata a New York, è cresciuta a Londra e poi si è trasferita a Mumbai. Ha iniziato la sua carriera cinematografica nella città indiana nel 2007 con il film 'Nishabd' in cui faceva la parte di una teenager innamorata del padre della sua migliore amica, interpretato dalla star del Paese Amitabh Bachchan. Nella sua breve carriera ha recitato accanto ad altri attori top di Bollywood, come Aamir Khan e Akshay Kumar. L'ultima sua apparizione sullo schermo è stata nella commedia 'Housefull' del 2010 dove ha recitato in un ruolo secondario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata