Ibra-show a Roma, è il Milan l'anti Juve. Il Napoli frana a Catania

Torino, 29 ott. (LaPresse) - Nei primi anticipi della decima giornata vittorie per Milan e Catania: i rossoneri espugnano l'Olimpico battendo la Roma 3-2 e vola provvisoriamente in testa alla classifica, gli etnei superano il Napoli 2-1.

ROMA-MILAN 2-3

Per i rossoneri tre punti pesanti al termine di una gara ricca di reti ed emozioni. Prologo nel segno della 'pace' Tassotti-Luis Enrique: l'assistente di Allegri si avvicina alla panchina avversaria per stringere la mano al mister dei capitolini, mettendo definitivamente in archivio il brutto episodio di Italia-Spagna ad Usa '94, quando l'allora terzino della Nazionale azzurra ruppe il naso con una gomitata allo spagnolo.

L'incontro si mette subito bene per i rossoneri: al 17' Ibrahimovic svetta su tutti sul cross di Aquilani e batte Stekelenburg. La Roma non abbassa la testa e trova il pareggio con Burdisso, bravo a superare Abbiati di testa su calcio d'angolo. I rossoneri si riportano avanti alla mezz'ora con Nesta, che indirizza in porta il corner di Robinho per il 2-1 milanista. In chiusura di primo tempo infortunio per Borini, costretto ad uscire e sostituito da Bojan. A metà ripresa espulsione per Boateng: il centrocampista ghanese, già uscito dal campo e sostituito da Emanuelson, si vede sventolare il cartellino rosso da Damato al 22' della ripresa, presumibilmente per proteste.

In campo è ancora Ibrahimovic-show: lo svedese firma il tris rossonero, ancora di testa e ancora su tocco morbido di Aquilani. Bojan riapre i giochi a 4 minuti dal termine, ribadendo in rete una palla non trattenuta da Abbiati su gran conclusione di Lamela. Nel finale uscita anticipata anche per Allegri, cacciato da Damato per proteste. Il Milan conquista la quarta vittoria consecutiva e sale a 17 punti. I giallorossi incassano il secondo ko consecutivo dopo la disfatta in trasferta con il Genoa e rimangono fermi a 11.

Marcatori: pt 17' Ibrahimovic, 28' Burdisso, 30' Nesta, 33' Ibrahimovic, 42' Bojan.
Roma: Stekelenburg, Cassetti, Burdisso, Heinze (st 26' Juan), José Angel, Perrotta, De Rossi, Gago (st 18' Lamela), Pjanic, Osvaldo, Borini (st 38' Bojan). All. Luis Enrique.
Milan: Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Aquilani, Van Bommel, Nocerino (st 43' Ambrosini), Boateng (st 21' Emanuelson), Ibrahimovic, Robinho (st 29' Cassano). All. Allegri.
Arbitro: Damato.
Note: espulso al 22' del st Boateng e al 44' del st Allegri per proteste.


CATANIA-NAPOLI 2-1

Il Napoli non conferma la brillante prestazione vista con l'Udinese e cade in casa del Catania nel secondo dei tre anticipi della decima giornata di Serie A. Per gli azzurri continua il tabù del Massimino, dove non hanno mai vinto. L'avvio della squadra di Mazzarri è beneaugurante: al primo minuto cross di Dossena, Cavani brucia Spolli e batte Andujar. L'incontro sembra in discesa per i parnenopei ma gli etnei trovano il pareggio con un gran sinistro di Marchese. Nel finale di primo tempo Santana inguaia i campani facendosi cacciare per doppia ammonizione: il secondo giallo scatta per un'entrata su Ricchiuti. In apertura di ripresa la squadra di Montella si porta avanti grazie a Bergessio, bravo a correggere di testa l'assist di Ricchiuti. Inutile l'assalto finale degli ospiti: il Catania raggiunge il sesto risultato utile consecutivo e sale a 14 punti in classifica raggiungendo proprio gli azzurri.

Marcatori: pt 1' Cavani, 25' Marchese, st 2' Bergessio.
Catania: Andujar, Izco (st 33' Delvecchio), Bellusci, Spolli, Legrottaglie, Marchese, Almiron, Lodi, Ricchiuti, Bergessio (st 14' Barrientos), Gomez (st 31' Catellani). All. Montella.
Napoli: De Sanctis, Fernandez, Cannavaro, Fideleff (st 14' Maggio), Zuniga, Inler, Santana, Dossena (st 23' Hamsik), Mascara (st 4' Dzemaili), Lavezzi, Cavani. All. Mazzarri.
Arbitro: Celi.
Note: espulso al 43' del primo tempo Santana per doppia ammonizione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata