I discorsi di Martin Luther King venduti all'asta per 130mila dollari

New York (New York, Usa), 18 ott. (LaPresse/AP) - Alcuni documenti della storia dei diritti civili, scritti da Martin Luther King, sono stati venduti all'asta ieri per 130mila dollari. Tra le carte anche i discorsi e le lettere del reverendo e attivista. Sono state vendute dall'88enne Maude Ballou, segretaria di King dal 1955 al 1960. La vendita è avvenuta dall'ufficio di New York dell'Heritage Auctions che ha sede in Texas. Il discorso di addio che King fece quando lasciò la Dexter Avenue baptist church di Montgomery in Alabama, con una serie di note scritte a mano, è finito sotto il martello alla cifra più alta, 31.250 dollari.

Due lettere che King ha scritto alla sua assistente Ballou dall'India sono state vendute rispettivamente a 18.750 dollari e a 17.500 dollari. Più di un centinaio di articoli sono finiti all'asta. Tutti i prezzi comprendono il 25% di commissioni. Uno dei testi, inizialmente inserito nell'elenco degli articoli all'asta, è stato invece ritirato dalla vendita all'ultimo, poco prima che l'asta venisse aperta. Si pensa che quella pagina possa essere il discorso di King "I have a dream", tenuto al Lincoln Memorial di Washington, durante la marcia per lavoro e libertà.

Si tratta di un testo che è stato spedito a Ballou il 31 gennaio 1968 qualche settimana prima che King venisse assassinato. I legali che tutelano i diritti del nome e dell'immagine di King hanno fatto causa al figlio della segretaria, Howard Ballou, alla corte federale di Jackson in Mississippi nel 2011 per entrare in possesso degli scritti. Ma la corte ha rigettato la causa. Con i soldi ricavati dall'asta nei progetti di Ballou c'è la creazione di un fondo presso l'Alabama State University.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata