Hilary Swank: Dispiaciuta di aver partecipato a festa leader ceceno

Mosca (Russia), 13 ott. (LaPresse/AP) - L'attrice statunitense Hilary Swank si è detta dispiaciuta per aver partecipato alla festa di compleanno di Ramzan Kadyrov, il leader ceceno appoggiato dal Cremlino. "Sono profondamente dispiaciuta di aver partecipato a questo evento", ha scritto Swank in una nota ad Associated Press. "Se avessi saputo - ha proseguito - cosa si nascondeva dietro questa festa, non sarei mai andata". Kadyrov è accusato di numerose violazioni dei diritti umani, tra cui sequestri di persona, omicidi e stupri. La Swank, premio Oscar come migliore attrice nel 2000 e nel 2005, ha diffuso il comunicato dopo che Human Rights Watch (Hrw) ha criticato lei, l'attore belga Jean Claude Van Damme e la violinista britannica Vanessa Mae per aver partecipato al concerto organizzato il 5 ottobre scorso a Grozny per festeggiare il 35esimo compleanno di Kadyrov. Secondo l'Hrw, la festa "ha banalizzato le sofferenze delle innumerevoli vittime degli abusi dei diritti umani in Cecenia".

Durante la festa la Swank ha detto di essere rimasta impressionata dalla volontà del governo ceceno di "raggiungere la pace e fare qualcosa di bello". Nel suo messaggio l'attrice ha spiegato che nell'invito che aveva ricevuto non era precisato che si trattava di una festa di compleanno di Kadyrov. La Swank era una delle poche donne che nel corso dei festeggiamenti non indossavano un foulard in testa, anche se in Cecenia le donne sono obbligate a seguire il codice di abbigliamento islamico, pena minacce e aggressioni da parte delle temute forze di sicurezza di Kadyrov.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata