Grande partenza di Alberto Angela. "Meraviglie" al 23,8% di share
Successo sui social con commenti quasi tutti positivi e 5,6 milioni di spettatori in prima serata sui RaiUno

Straordinario successo per 'Meraviglie - La penisola dei tesori'. Il programma di Alberto Angela (ieri in prima serata su su Rai1) è stato seguito da 5 milioni 662mila spettatori con uno share del 23,8.

Il programma di Angela junior è un "viaggio" in quattro puntate attraverso 12 "meraviglie" italiane. Immagini molto belle ed evocative, commento sullo stile pacato della casa: da Agrigento a Milano passando per Assisi, Matera, Alberobello. Nella prima puntata, Angela è partito dal Cenacolo di Leonardo da Vinci (a Milano), è passato agli splendori di Siena e ha chiuso con la valle dei Templi ad Agrigento corredata da un'intervista a Andrea Cammilleri. Molto apprezzato il programma (e, in particolare, l'intervista al grande scrittore siciliano) sui social:. #meraviglie e #AlbertoAngela sono diventati trending toopic. Commenti entusiasti, inviti a far vedere il programma all'estero, ringraziamenti alla Rai. Un successo davvero abbastanza raro e senza quasi critiche.

Intervista a Orfeo -  Così l'intervista al direttore generale della Rai, Mario Orfeo, a "Il Foglio" sembra quasi (anche se fatta prima) un commento al successo di "Meraviglie".  La Rai "racconta, per bene. Il vero. Senza omettere. Perché questo significa essere servizio pubblico. E respingo con orgoglio l'accusa dei palinsesti dello sfascio. Non siamo noi - dice Orfeo - Roberto Bolle in prima serata, la Prima della Scala. Certo che c'è una tv che mostra 'anche' un'Italia della bellezza. Poi tornerà Benigni. Poi ci sono, premiate dal pubblico, le fiction che raccontano le storie positive dell'Italia - Olivetti, Chinnici. Io questo lo chiamo servizio pubblico: non parlare bene dell'Italia' chiudendo gli occhi, ma rispecchiare quello che è, anche nel positivo. E questo vale anche per l'informazione, per il nostro stile di infotainment", spiega il direttore generale della Rai al giornale diretto da Claudio Cerasa.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata