Giudice respinge accuse contro stalker di Madonna, è innocente

New York (New York, Usa), 13 ott. (LaPresse/AP) - Un giudice di New York ha respinto le accuse avanzate nei confronti di un vigile del fuoco che fu arrestato fuori dalla casa di Madonna due anni fa. La polizia di New York ha spiegato che Robert Linhart parcheggiò il suo Suv fuori dall'appartamento della 'Material girl' a Central Park West. Successivamente con un grande telo e delle bombolette spray le lanciò dei messaggi d'amore. In uno si poteva leggere: "Madonna, ho bisogno di te", in un altro: "Dimmi sì o no. Se è sì, il mio sogno si avvererà. Se è no, me ne andrò". Il giudice della Corte Suprema di Manhattan Analisa Torres, che si è occupata del caso, ha detto che la polizia, in seguito all'arresto, sequestrò impropriamente all'uomo un coltello e un rompighiaccio. Avvocato Linhart, Lawrence LaBrew, sostiene che Linhart sia di fatto innocente e non abbia fatto nulla di grave. Su di lui ancora l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata