Giallo su tweet del compagno di George Michael: Si è ucciso
Fadi Fawaz smentisce: "Non l'ho scritto io, il mio account è stato hackerato"

E' giallo su una serie di tweet partiti dall'account di Fadi Fawaz, il compagno di George Michael, la stella del pop morto il giorno di Natale, all'età di 53 anni. Secondo quanto riporta il britannico Sunday Mirror, nei messaggi diffusi sul social, si legge: "L'unica cosa che George voleva era MORIRE". Poi: "Ha provato diverse volte a uccidersi"... "e alla fine ci è riuscito". Infine: "Ci amavamo molto e stavamo quasi 24 ore al giorno insieme". 

Fawaz, parlando con il Mirror Online, si dice "sconvolto" per "quello che è successo" su Twitter, denunciando che il suo account "è stato hackerato e chiuso". Il parrucchiere delle celebrità garantisce in ogni caso di non essere stato lui a aver "mandato quei tweet".

Le cause della morte del cantante sono ancora da accertare. In un primo momento si è parlato di attacco cardiaco, ma i risultati dell'autopsia sono stati inconcludenti, quindi saranno condotti ulteriori test. I media britannici hanno ipotizzato anche che possa essersi trattato di una overdose di eroina. Il fondatore degli Wham! è stato trovato senza vita dallo stesso Fawaz, a cui era legato dal 2011, la mattina di Natale nella sua residenza di Goring-on-Thames, nella contea inglese di Oxfordshire.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata