Fumetti, Jovanotti protagonista su Topolino: diventa 'Paperotti'

Roma, 10 giu. (LaPresse) - Da re dei palchi in tutta Italia a protagonista dei fumetti per i più piccoli. Lorenzo Cherubini, meglio conosciuto come Jovanotti, è infatti al centro del nuovo numero di Topolino, in edicola mercoledì 17 giugno.

Al settimanale edito dalla Panini il cantante toscano ha rilasciato un'intervista esclusiva: "Perché mi chiamo Jovanotti? Volevo un nome da personaggio dei fumetti", ha spiegato. Ma soprattuto per l'occasione, si trasformerà in 'Paperotti', il nuovo personaggio disegnato dal maestro Giorgio Cavazzano a cui sarà dedicata anche la copertina del fumetto.

Alla vigilia del tour 'Lorenzo negli Stadi 2015', Jovanotti ha raccontato come si senta prima dei suoi concerti: "Ho sempre paura. Un quarto d'ora prima di salire sul palco vorrei andare via.

Ho paura di sbagliare, di inciampare, che ci sia qualcuno in mezzo al pubblico che magari mi fa le pernacchie e quindi mi agito. Poi vedo tutta la gente, sento partire la musica e la paura scompare".

Come riporta una nota della Panini oltre alla copertina, in cui si vede Paperotti/Jovanotti sul palco acclamato da tanti fan di Paperopoli tra cui Paperino e Paperoga, il personaggio paperizzato di Lorenzo Cherubini è anche il protagonista di quattro storie autoconclusive, scritte da Davide Catenacci e disegnate da Giorgio Cavazzano. In queste avventure, Paperotti/Jovanotti incontra tutti i grandi protagonisti di Paperopoli, come Paperon de' Paperoni, Paperino, Paperinik, Paperoga, Gastone e Paperina. Quasi un onore per chi come Cherubini ha ammesso di essere un appassionato della saga Disney: "Tra i personaggi di Topolino, se potessi scegliere durante un concerto vorrei essere Super Pippo".

"Jovanotti nella sua lunga carriera non ha mai smesso di sorridere, di far divertire e di essere curioso", ha dichiarato il direttore di Topolino, Valentina De Poli che ha aggiunto: "Credo che siano queste caratteristiche ad averlo trasformato nell'idolo dei nostri lettori più giovani, i bambini, dotati di un radar speciale quando si tratta di riconoscere le persone belle".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata