Film-concerto celebra i Led Zeppelin, ma nessuna reunion in vista

Londra (Regno Unito), 22 set. (LaPresse/AP) - 'The song remains the same' come facevano notare un tempo i Led Zeppelin. Ma i fan dei titani del rock possono rivederli sul palco grazie a 'Celebration Day', un docufilm che mostra la loro ultima esibizione insieme, avvenuta nel 2007. Si è trattato del loro primo concerto completo dopo 27 anni. Il cantante Robert Plant, il chitarrista Jimmy Page e il bassista John Paul Jones sono tornati insieme ieri per promuovere la pellicola, ma con ogni probabilità cosa la cosa più vicina a una reunion che i fan otterranno. In una conferenza stampa, i tre hanno rifiutato categoricamente di rispondere alla domanda se fossero tentati di tornare ad esibirsi come Led Zeppelin.

Non è l'idea di divertimento di Plant, trovarsi a rispondere a un fuoco di fila di domande "come un gruppo di manager di calcio intervistati dopo una partita". I musicisti sono andati oltre la loro storica formazione, portando avanti le loro carriere separatamente con successo, e sembrano volersi lasciare alle spalle i Led Zep, pur parlando delle loro creazioni del tempo. "Faccio fatica con certi testi di certi tempi" ha detto il cantante 64enne, in particolare con il criptico e mistico testo di 'Stairway to Heaven'. "Forse sto ancora cercando di capire di cosa stavo parlando" ha aggiunto.

Tuttavia i musicisti sono fieri del risultato ottenuto con il concerto alla 02 Arena di Londra nel dicembre 2007, così com'è stato catturato su video dal regista Dick Carruthers in 'Celebration Day'. Il concerto, a cui hanno assistito 18mila fortunati scelti tra oltre un milione di candidati, è stato un omaggio al fondatore della Atlantic Records, Ahmet Ertegun, primo mentore della band.

Eppure suonare insieme, tuffarsi indietro nella musica della band per il concerto è stata "un'esperienza spettacolare" per Plant. "Passarci attraverso e uscire dall'altra parte è stato qualcosa di miracoloso" ha notato. Con loro ha suonato Jason Bonham, il figlio di John, il batterista la cui morte nel 1980 ha segnato la fine della band. Averlo con loro per il concerto è stato "strano e in certi momenti peculiare, ma meraviglioso", ha detto Page. "Jason è stato assolutamente monumentale - ha aggiunto il chitarrista 68enne - sin dalla prima prova fino al concerto alla 02".

La resistenza degli Zeppelin ha riformare la band, nonostante le ingenti somme loro offerte in questi anni, è la riprova di un gruppo che non intende soffermarsi sul proprio passato. 'Cwelebration Day' verrà mostrato in 1500 cinema in tutto il mondo il 17 ottobre e poi pubblicato in dvd e altri formati il 19 novembre. E se non ci sono piani futuri, non si sa mai. Jones, 66anni, ha riso quando gli è stato chiesto come mai siano passati 5 anni tra concerto e film. "Cinque anni - ha risposto - sono cinque minuti nel tempo degli Zeppelin".

Twitter @virinthesky

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata