Festa cinema, Friedkin: Quella volta che Hitchcock mi disse di mettere la cravatta

Roma, 19 ott. (LaPresse)- "Io ed Hitchcock? Mi disse di mettermi la cravatta". Lo ha raccontato il premio Oscar William Friedkin, regista de 'L'esorcista', che alla Festa del cinema ha incontrato il collega italiano Dario Argento, durante un 'Incontro ravvicinato' con il pubblico del festival.

Alfred Hitchcock fece i telefilm della serie "Hitchcock presenta" facendo lavorare registi giovanissimi, molti dei quali sono diventati famosi. Uno di questi era proprio Friedkin. "Il produttore della serie di Hitchcock mi ha chiesto di fare l'ultimo episodio - ha detto Friedkin, premio Oscar per 'Il braccio violento della legge' - Un giorno Hitchcock venne su set per leggere la sua introduzione. I responsabili dello studio lo portarono da me per incontrarmi. Indossavo una maglietta e dei jeans. Lui mi porse la mano in un modo che sembrava quasi che si aspettasse che la baciassi. Era umidiccia".

"'Che onore incontrarla' -gli dissi. -E lui a me si rivolse con queste parole: 'normalmente i nostri registi si presentano con la cravatta'. Non feci tempo a rispondergli che lui era già sparito, ma quattro anni dopo al premio a Los Angeles per il mio film 'Il braccio volento della legge' vidi Hitchcock sotto il palco con la sua famiglia e i suoi agenti". "Scesi tre gradini: - ha raccontato il regista de L'Esorcista - avevo preso in affitto uno smoking con uno di quei cravattini già fatti e gli dissi 'Le piace la cravatta? Adesso ce l'ho'".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata