Eurovision, 'giallo' su Madonna: "Non smetterò di suonare per l'agenda politica di altri"
Eurovision, 'giallo' su Madonna: "Non smetterò di suonare per l'agenda politica di altri"

La regina del pop dovrebbe esibirsi nella serata finale dello show ma la sua partecipazione è ancora in dubbio

Madonna rompe il silenzio sulla sua partecipazione in veste di ospite all'Eurovision Song Contest a Tel Aviv, dopo che numerose associazioni pro-palestinesi le avevano chiesto di boicottare l'evento per le politiche di Israele. "Non smetterò mai di suonare per adattarmi all'agenda politica di qualcuno e non rinuncerò mai a pronunciarmi contro le violazioni dei diritti umani, ovunque avvengano nel mondo", ha dichiarato la cantante in una nota, riportata dal quotidiano israeliano The Jerusalem Post. Tra gli attivisti che avevano chiesto alla regina del pop di disertare la manifestazione c'è anche l'ex leader dei Pink Floyd Roger Waters. Madonna dovrebbe esibirsi nella serata finale dell'Eurovision sabato 18 maggio ma la sua partecipazione è stata messa in dubbio del supervisore esecutivo dello show Jon Ola Sand, che ha dichiarato che "non è stato ancora firmato un contratto con l'artista", come riferisce la Bbc. Il produttore dell'evento ha specificato che sono in corso "le negoziazioni" e che "fino a quando non c'è una firma l'artista non si può esibire". Madonna dovrebbe arrivare mercoledì a Tel Aviv.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata