Esito positivo in tribunale per Lindsay Lohan

Los Angeles (California, Usa), 18 gen. (LaPresse/AP) - Lindsay Lohan ha ricevuto la sua seconda relazione positiva dal giudice, ieri, davanti alla corte suprema di Los Angeles in merito al servizio sociale che sta prestando presso l'obitorio della contea, dove svolge le pulizie. Un incontro con il giudice Stephanie Sautner molto breve, in cui la Sautner ha constatato i progressi della Lohan nel rispetto delle restrizioni imposte dalla libertà vigilata a novembre, dopo una serie di passi falsi da parte dell'attrice verso gli obblighi disposti dalla sentenza del processo per guida in stato di ebbrezza e furto, che prevedono anche la frequenza a sedute psicoterapeute e incontri mensili con il giudice.

Stephanie Sautner ha riferito alla Lohan di aver ricevuto segnalazioni positive da parte dei funzionari del programma dei servizi alla comunità. "Continua a fare quello che stai facendo, stai andando bene", ha detto il giudice alla Lohan. La modella e attrice è arrivata in anticipo all'udienza, si è presentata in pantaloni neri e con un twinset azzurro. Il prossimo incontro in tribunale è stato stabilito per il 22 febbraio. Il giudice ha detto che Lindsay sembra sulla buona strada per il completamento del suo operato all'obitorio e della sua terapia entro il 29 marzo, dopo poco meno di cinque anni dal primo arresto per guida in stato di ebbrezza durante il week end del memorial day del 2007. Dopodiché probabilmente la libertà vigilata non necessiterà più di costanti comparizioni in tribunale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata