Ermal Meta: La paura serve per salire sul palco dell'Ariston
Il cantautore albanese a Sanremo con il pezzo 'Vietato morire'

- "Mi fa molto piacere il risultato di ieri, anche se di solito penso solo alla mia canzone. Non fai mai la canzone come vuoi, ma è il bello del Festival. La paura serve per salire sul palco dell'Ariston, come se dovessi fare una scalata. Molti amici, estimatori e colleghi del settore mi hanno detto di avere coraggio. Io ci metto tutto me stesso, perché sono la canzone che conosco meglio. Non sono bravo a fare fiction". Così il cantautore albanese Ermal Meta, a 'La vita in diretta', su Rai 1, dopo l'esibizione a Sanremo con il pezzo 'Vietato morire'.

 "La canzone di ieri l'ho fatta per ringraziare una donna meravigliosa, che è mia madre. Questa canzone non parla di violenza sulle donne, ma di disobbedienza che serve ad aprire la porta della felicità. Non c'è un tempo esatto per agire, ma bisogna farlo adesso, subito, ora. Se non si mettono le emozioni dentro una canzone, che cosa ci mettiamo?", ha aggiunto.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata