Ennio Morricone, l'omaggio commuove il Maestro: "Senza di voi sarebbe tutto inutile"

In occasione del suo novantesimo compleanno, il Maestro torna negli studi di registrazione dove ha inciso i suoi capolavori

Foto di Valerio Sanchini

Sono durati giorni i festeggiamenti per il compleanno di Ennio Morricone: d'altronde non capita spesso che una leggenda della musica e del cinema compia 90 anni. Nel giorno esatto della sua nascita, però, il compositore si è recato agli studi di registrazione Forum Music Village, che lui stesso fondò nel 1969 insieme a Piero Piccioni, Luis Bacalov e Armando Trovajoli.

Proprio all’interno dello Studio A, dove il Maestro ha inciso la maggioranza dei suoi capolavori, si è svolta una serata intima e indimenticabile: un concerto della sua musica contemporanea, organizzato da Marco Patrignani, Ceo del Forum Music Village e Presidente dell'Orchestra Italiana del Cinema. Un regalo che ha permesso al Maestro di rivivere la sua carriera, lunga oltre 65 anni: non solo la rilettura dei suoi lavori più famosi (le colonne sonore indimenticabili che hanno contribuito a rendere cult film come Il clan dei siciliani, Mission o Per le antiche scale) ma anche le composizioni di musica "Assoluta".

Alla serata hanno partecipato tanti illustri ospiti: dal regista Premio Oscar Giuseppe Tornatore, con cui ha lavorato sin dal 1988, a Jason Piccioni, figlio del compositore Piero Piccioni, dal Presidente XII Commissione Turismo e Moda e Relazioni Internazionali, Carola Penna, a Jill Morris, ambasciatore britannico a Roma e Pier Luigi Puglia Portavoce di Sua Maestà la Regina Elisabetta in Italia. E al brindisi finale Ennio Morricone ha ringraziato calorosamente tutti i musicisti coinvolti, dichiarando: "Tutto quello che si scrive può essere inutile se non è bene eseguito. Voi avete sentito dei grandi artisti stasera, che si sono messi al servizio di quello che io faccio e anche di altri miei colleghi. Sono contento di quello che hanno fatto e li ringrazio veramente, sono veramente, veramente contento. Grazie!”

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata