Emma Stone in reggiseno per copertina di 'W'

Dalla nostra corrispondente Valeria Rubino New York (New York, Usa), 19 dic. (LaPresse) - Emma Stone è la protagonista in reggiseno nero della copertina dell'edizione di febbraio di W magazine: definita dalla rivista di moda la "golden girl di Hollywood in carica", l'attrice parla del momento in cui presentò l'Oscar per gli Effetti Speciali assieme a Ben Stiller nella scorsa edizione degli Academy Awards. In tale occasione, in molti avevano pensato che Stone avesse bevuto un bicchierino di troppo. "Molta gente pensava che fosse qualcos'altro. Quando scesi dal palco, mi dicevano: 'eri così ubriaca!' ed io non lo ero. Non ancora", ha ricordato la giovane star, che interpreta il ruolo di Grace Faraday nel nuovo film 'Gangster Squad'. Emma spiega poi, nell'intervista, quanto sia impegnativo indossare lingerie contenitiva ispirata alle star degli anni '40 per le riprese.

"Mettere un bustier ed un corsetto ogni giorno ti fa perdere tanto tempo. Ma sei immediatamente più composta di quanto lo saresti con vestiti moderni. E cio' rende piu' facile entrare nel personaggio". Tra i film preferiti dell'attrice, 'City of Lights', che la fa "piangere ogni volta che lo guarda, quando Charlie Chaplin va verso la finestra del negozio e la ragazza, un tempo cieca, gli porta un fiore e lo attacca al suo bavero" ha detto l'artista 24enne. "Lui chiede alla ragazza se adesso ha ritrovato la vista e lei risponde: 'Si, ora ci vedo'. Quest'ultima frase ha così tanti significati ed echeggia in ogni grande film romantico da allora ed in ogni grande momento della vita", ha spiegato Emma Stone, che è una dei 32 attori presenti nel numero 'best performances' di W,per cui gli scatti sono stati realizzati da Juergen Teller.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata