Emily Watson ha superato la fobia dei cavalli grazie a Spielberg

Los Angeles (California, Usa), 19 dic. (LaPresse/AP) - Quando Emily Watson ha firmato il contratto per far parte del cast di 'War horse' fortunatamente nessuno aveva detto al regista della pellicola Steven Spielberg che una delle sue protagoniste aveva una vera e propria fobia per i cavalli. Lo ha raccontato l'attrice stessa, spiegando che il regista ha saputo della sua paura solo pochi giorni prima dell'inizio delle riprese nel Devon, in Inghilterra. Ma la Watson ha anche spiegato che pur di partecipare a questo film avrebbe superato ogni tipo di paura e ha detto: "Non ho un grande feeling con gli animali in generale, o meglio mi piacciono solo i piccoli animali domestici. Ma quelli grandi mi terrorizzano, ho paura che mi possano fare del male. Sono un po' un impiastro".

E così l'attrice ha dovuto superare la sua paura e recitare su un set dove i cavalli la facevano da padroni praticamente in ogni scena. Ma Emily non si è fatta scoraggiare e Spielberg le ha dato fiducia e l'ha aiutata a superare il suo blocco. La Watson ora ne è entusiasta e non vede l'ora che il pubblico veda il suo lavoro sugli schermi americani già il 25 dicembre. In Italia, invece, bisognerà attendere il 17 febbraio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata