Emeli Sandé al Teatro Colosseo di Torino 16 marzo, unica data italiana

Torino, 13 mar. (LaPresse) - Dopo il trionfo all'ultima edizione dei Brit Awards 2013 durante i quali si è aggiudicata sia il premio alla migliore artista donna, sia quello al miglior album, Emeli Sandé, l'artista rivelazione del 2012 in Gran Bretagna, è suo il disco più venduto dell'anno, si esibirà per la prima volta dal vivo in Italia il prossimo sabato 16 marzo per un atteso live in programma al Teatro Colosseo di Torino (una produzione Massimo Levantini per Live Nation).

Durante quest'unica tappa italiana Emeli Sandé presenta al pubblico i grandi successi tratti dal disco di debutto "Our Version of Events" (disco rimasto 47 settimane tra i primi dieci posti delle charts, un primato per il lavoro di debutto di un'artista solista). Non mancheranno quindi le hit "Heaven" e "Next to me" "(entrambe digital download d'oro), "My Kind of Love" e "Wonder", brani che hanno conquistato le radio di tutto il mondo, Italia compresa, ed il nuovo singolo "Clown".

Emeli Sandé è tra i nomi più importanti della musica inglese di oggi e, dopo aver vinto il premio della critica ai Brit Awards ed essere stata l'unica artista ad esibirsi sia alla cerimonia di apertura che di chiusura delle Olimpiadi, si è aggiudicata recentemente il Best Solo artist ai Q Awards in Uk.

Nata e cresciuta ad Alford in Scozia nel 1987, Emeli è una cantante soul e R&B oltre che pianista e autrice di canzoni. La sua carriera musicale ha inizio proprio scrivendo canzoni per artisti del calibro di Alesha Dixon, Chipmunik, Professor Green, Devlin, Preeya Kalidas, Cheryl Cole, e Tinie Tempah. Nel 2009 scrisse il primo singolo per il rapper Chipmunk "Diamond Rings" che ha raggiunto la sesta posizione della classifica dei singoli nel Regno Unito e dopo varie collaborazioni, sia come autrice che come vocal guest, nel 2010 arriva il contratto con EMI MUSIC e la pubblicazione del primo album "Our Version of Events" a cui continua ad affiancare la scrittura per musicisti come Alicia Keys.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata