Elena Mirò, la moda 'Slow living' by Vanessa Incontrada sfila nel bosco

È la risposta del brand al 'Fast fashion'. Fuori la città che corre. All'interno del Flagship Store la serenità

Una passerella trasformata in un sentiero in mezzo a un bosco di betulle. Elena Mirò, in una Milano in cui è protagonista la 'Settimana della moda', ha presentato, in una cornice in cui si respira davvero la natura, la nuova collezione F/W 2018 disegnata da Vanessa Incontrada nel Flagship Store, in Piazza della Scala. E' la risposta dello 'Slow living' al 'Fast fashion'. Fuori la città che corre. All'interno del negozio la serenità di un bosco.

"Una nuova felicità, quotidiana e non estemporanea. Un luogo in cui il tempo non sia più un limite, ma una risorsa, e dove i capi indossati evochino benessere, piacevolezza, libertà, assecondando una positiva brama di evasione", sottolineano da Elena Mirò, brand di Miroglio Fashion. Grazie alla visione di Vanessa Incontrada e all'esperienza dell'Atelier di Elena Mirò i capi della capsule esprimono un gusto decontracté e l'attenzione per i particolari. La grande considerazione da sempre dedicata ai temi della vestibilità, della qualità dei materiali e della ricchezza della façon sono alla base della nuova collezione. In passerella forme destrutturate, di cappe e della loro declinazione in cardigan scivolati e in morbidi capi spalla. Outfit rilassati ma di carattere, con accenni folk ricorrenti: sia con preziosi bordi ricamati, sia con tessuti jacquard. Risuonano echi caucasici e di mondi lontani, ma c'è sempre la femminilità: nelle scollature a fessura, nei tessuti fluidi e nelle stampe leggere, sempre piazzate.

"Nel mio modo di concepire una collezione c'è sempre un grande desiderio di libertà, semplicità e verità. Al centro c'è una moda che sia attuale. Penso a una donna viaggiatrice, attratta dalla natura. Ho concepito i capi concentrandomi molto sul concetto di 'mix and match'", spiega Vanessa Incontrada, anima creativa e volto del progetto. La filosofia Slow living per la Incontrada "è una rivoluzione, il coraggio e la voglia di cambiare". Anche se il 'suo' amato poncho ritorna, ma reinterpretato: "ogni anno lo perfeziono, quest'anno è molto ricco, ricamato e gli ho dato più colore. E c'è anche La scollatura, quando ci deve essere".

Le confortevoli lane reinterpretano il gusto etnico in chiave folk-femminile, i morbidi pantaloni sono mossi da disegni lucido-opachi. E il cardigan è protagonista coi grandi motivi jacquard. A spiegare la filosofia della nuova capsule è Martino Boselli, Brand Director di Elena Mirò. "Lo Slow living - dice- è in totale antitesi rispetto alla moda fast-food/fast-fashion, dove si corre e si consuma velocemente capo dopo capo, fino alla fine, per poi buttare via e ricominciare. Noi vogliamo raccontare un mondo dove il tempo non è una costrizione, ma una risorsa. Lo Slow living è fatto di vestibilità perfetta e di outfit dal grande carattere e dai materiali preziosi".

Per Elena Mirò la nuova collezione è una tappa importante del viaggio del brand iniziato 33 anni fa. "Nel 2018 raggiungiamo sempre più consumatrici che nelle scelte d'acquisto hanno grande attenzione anche alla ricercatezza dei materiali. I valori del nostro brand sono l'inclusività e la femminilità, e ci accompagnano in ogni scelta che facciamo", aggiunge Boselli. Elena Mirò guarda al futuro. "La nostra strategia di evoluzione del brand - sottolinea Boselli - ha portato a risultati molto positivi. E continuiamo a crescere".

Lo sviluppo internazionale è il prossimo passaggio. Elena Mirò è presente in Francia e Spagna e in Russia ha un piano di sviluppo importante. L'internazionalizzazione è la vera sfida. A sottolinearlo è Hans Hoegstedt, Amministratore Delegato di Miroglio Fashion: "Stiamo investendo molto sull'online e sulla qualità piuttosto che sulla quantità. E questo ci sta portando grandi risultati. Il focus del futuro è la crescita internazionale". Poi c'è il fattore "competenza": "nel nostro Atelier realizziamo capi con una vestibilità perfetta. - ricorda Boselli-. E' così che lo Slow living esprime la gioia ed il piacere di godere appieno di ciò che si indossa. Un altro pezzo di strada fatta con e grazie a Vanessa, che in questo ci è molto vicina e spesso è la nostra fonte di ispirazione"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata