Editrice Lattes conferma querela della Johansson e si prepara a difesa

Parigi (Francia), 14 giu. (LaPresse/AP) - La casa editrice JC Lattes ha confermato oggi che la scorsa settimana l'attrice Scarlett Johansson ha presentato querela per aver pubblicato un libro in cui compaiono il suo nome e la descrizione della sua immagine senza autorizzazione. La portavoce della Lattes, Emmanuelle Allibert, ha riferito che i legali della casa editrice stanno approntando una difesa da esporre alla corte, nel caso in cui la causa venisse aperta.

L'attrice sostiene che nel libro di Gregoire Delacourt 'La première chose qu'on regarde', il suo nome e la sua immagine siano stati usati a fini commerciali e che vi sia stata una violazione della sua privacy, come riferito dall'avvocato francese di Scarlett, Vincent Toledano, in una dichiarazione rilasciata all'Associated Presse. Di contro, la portavoce della JC Lattes ha replicato sottolineando che il libro è frutto di una finzione e parla di un personaggio che sembra la Johansson, ma che non è la Johansson. Questo personaggio è coinvolto in una storia d'amore con un altro soggetto che nel racconto è simile a un'altra star del cinema, Ryan Gosling. "La libertà di parola non è implicata nella causa - ha ribadito il legale della Johansson - tuttavia il diritto di parola non ha niente a che fare con una condotta commerciale".

L'editore controbatte dicendo che la causa è "in contrasto" con l'idea del libro. L'autore descrive "solo cose positive sulla Johansson". Gregorie Delacourt ha al suo attivo diversi bestseller anche se è stato incalzato da una critica severa sul suo ultimo romanzo. Le Monde ha detto in una recensione de 'La première chose qu'on regarde', che Delacourt, che lavora nella pubblicità, "vende la sua storia come venderebbe un doccia schiuma: emozioni finte, erotismo offuscato, e umorismo venale". Il magazine Les Inrocks lo ha definito "letteratura low cost".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata