E' il festival popolar-nazionale di Baglioni. Irrompe Baudo, Sting canta in italiano
La seconda serata. Hunziker formato Biancaneve, i Volo cantano Endrigo, Antonacci la sua "Fortuna che ci sei". Nella gara brillano Diodato-Roy Paci e Annalisa

Claudio Baglioni voleva un festival 'popolar-nazionale', e più di così era difficile: nella seconda serata, quella degli ospiti, sul palco dell'Ariston sfilano le tv-star Pippo Baudo e Franca Leosini, mentre l'unico ospite internazionale, Sting, si lancia in un 'Muoio per te' di Zucchero in un italiano stentatissimo: apprezzabile l'intento, ma molto meglio il duetto con mister Boombastic Shaggy nella loro 'Don't make me wait' che fa ballare tutti. Si danza pure sul siparietto di Favino che intona e balla il tormentone 2017 Despacito - ancora - con Michelle che per l'occasione scopre le gambe, in un mini abito pieno di perline e paillettes.

Molto più elegante la mise con cui la showgirl aveva aperto la serata, un fiabesco vestito fucsia con cui intona con gli altri due 'Il pozzo dei desideri' della Biancaneve Disney. Il momento emozione della serata è del Pippo nazionale: incassa applausi e cori commuove e si commuove nel ricordare i 'suoi' cantanti, i suoi ospiti in un'accorata lettera a Sanremo che è un omaggio alla storia della musica e della tv. Ma il suo è un 'arrivedorci', "ci vediamo l'anno prossimo", promette.

In quota ospiti pure Il Volo: l'omaggio alla musica italiana parte con 'Nessun dorma', poi con Baglioni intonano 'Canzone per te' di Sergio Endrigo; più tardi tornano per cantare con il conduttore la sua 'La vita è adesso'. Biagio Antonacci irrompe in scena intonando il suo singolo 'Fortuna che ci sei', poi prova un poco riuscito duetto su 'Mille giorni di te e di me', intonata da tutto il pubblico in sala.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata