Dylan Farrow shock: Woody Allen mi molestava, Mia lo copriva

New York (New York, Usa), 2 feb. (LaPresse/AP) - Dylan Farrow, oggi 27enne, rinnova le sue accuse contro Woody Allen, colpevole secondo lei di averla molestata quando aveva sette anni, dopo che il regista e l'attrice Mia Farrow l'avevano adottata. In una lettera aperta al 'New York Times', pubblicata ieri on line, Dylan Farrow commenta per la prima volta in pubblico ciò che è accaduto nel 1992. Dylan ha spiegato al columnist del quotidiano Nicholas Kristof che Allen "l'ha passata liscia" nonostante quello che ha fatto e l'ha "tormentata". Farrow ha raccontato che a spingerla a parlare dell'accaduto è stato l'ennesimo premio alla carriera consegnato ai Golden Globes a Allan: vedere Hollywood che continua ad acclamare il suo padre adottivo, ha detto, peggiora il suo tormento. Allen fu indagato per molestie su minore, tuttavia non fu mai accusato. Il New York Times ha riferito che Woody Allen non ha voluto commentare l'intervista della figlia adottiva. Neanche Mia Farrow ha detto nulla a riguardo.

Dylan nell'intervista racconta di come è stata aggredita sessualmente da Allen: "Da che mi ricordo - dice - mio padre ha fatto cose che non mi piacevano. Succedeva così spesso, era talmente una routine così abilmente nascosta da una madre che avrebbe dovuto proteggermi, che sono arrivata a pensare che fosse normale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata