Dipinto Remington battuto all'asta a 5,6 mln di dollari nel Nevada

Reno (Nevada, Usa), 29 lug. (LaPresse/AP) - Un dipinto di Frederic Remington raffigurante la cavalleria degli Stati Uniti è stato venduto all'asta a 5,6 milioni di dollari e un quadro di Norman Rockwell con un boy scout e due presidenti americani ha attirato 4,2 milioni all'asta che si è tenuta a Reno, nel Nevada. Come riferito ieri da Mike Overby, organizzatore dell'annuale Coeur d'Alene Art Auction, 'Cutting out Pony Herds' il dipinto di Remington e 'A scout is loyal' di Rockwell sono stati venduti a collezionisti privati sabato. Il quadro di Remington raffigura un soldato a cavallo su una pianura con il resto della cavalleria alle sue spalle e sullo sfondo soldati a piedi.

Fu dipinto dall'artista nel 1908 un anno prima di morire. "E' quello che ci si aspetta da un Remington: molta azione" ha detto Overby all'Associated Press. "E' la prima grande opera che finisce all'asta in 10 anni". Il quadro di Rockwell del 1940 ha un tema patriottico con George Washington e Abraham Lincoln in piedi dietro a un boy scout. Rockwell era noto per il suo lavoro con i boy scout d'America e ha realizzato copertine per riviste e calendari. Una sorpresa all'asta è stato il dipinto del 1989 di Howard Terpning 'Telling the legend', dal valore di 1,7 milioni di dollari.

L'artista di Tucson, in Arizona, ha ritratto due indiani americani seduti su un promontorio che domina la prateria. Il paesaggio del Grand Canyon of the Yellowstone di Thomas Moran del 1895 è stato venduto a più di 555mila dollari. Circa 600 offerenti hanno preso parte alla vendita descritta come la più grande asta d'arte occidentale nel mondo. Circa 300 opere sono state vendute per un totale di 28,5 milioni di dollari, rispetto ai 18 milioni di dollari dell'anno scorso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata