Demi Moore non ha ostacolato Ashton Kutcher nel chiedere il divorzio

Los Angeles (California, Usa), 22 dic. (LaPresse) - Demi Moore ha voluto il divorzio dal giorno in cui ha lasciato Ashton, e non ci sta a passare per vittima a un anno di distanza dalla separazione da Ahston Kutcher, né per quella che ha posto il bastone tra le ruote all'ex marito. L'attrice ha risposto, tramite le sue fonti, alle illazioni che suggerivano che avesse ritardato apposta l'istanza di divorzio, depositata da lui ieri. Fonti vicine alla Moore hanno riferito al sito Tmz.com che il ritardo originava da questioni finanziare, aggiungendo che lei è "genuinamente felice" e non ha rimpianti nell'andare avanti con la sua vita.

L'ipotesi del sito di gossip è che Ashton avesse lasciato alla ex moglie la possibilità di chiedere il divorzio per una sorta di rispetto della sua dignità, ma essendo passato più di un anno si fosse stancato di attendere. Tuttavia, è stata la stessa Moore a lasciare il 34enne, nel novembre 2011, dopo che si è avuta notizia di suoi ripetuti tradimenti con altre donne. "C'era qualcosa tra loro, qualche problematica finanziaria che impediva loro di portare avanti l'istanza, e che lei stava cercando di risolvere", afferma la fonte, ma che lei "non ha mai vacillato nella sua volontà di svincolarsi da lui". La ex coppia aveva iniziato a frequentarsi nel 2003, sposandosi nel 2005. Non risulta che ci fosse un accordo prematrimoniale tra loro. Al momento Ashton sta frequentando l'attrice Mila Kunis.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata