Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto
Il dramma del cabarettista: "Dopo 35 anni trascorsi a fare ridere la gente, non pensavo di ritrovarmi in una situazione così triste"

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig, riportata oggi da 'Il Giorno'. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, capomeccanico che si divertiva a fare gli scherzi a 'Sochmacher', si è trovato all'improvviso in una situazione disastrosa a causa dellla separazione dalla moglie. Della Noce qualche giorno fa è stato sfrattato dalla sua casa di Lissone (Monza) e ora vive in macchina. In difficoltà nel pagare gli alimenti per i suoi due figli, in poco tempo sono arrivati il pignoramento della Partita Iva e poi lo sfratto.

Il comico ora ha chiesto aiuto ai servizi sociali: "Mi hanno promesso - ha raccontato al Giorno - che nei prossimi giorni cercheranno di trovare una sistemazione. Nel frattempo dovevo arrangiarmi. Mai avrei pensato che dopo trentacinque anni trascorsi a fare ridere la gente mi sarei trovato a piangere per una situazione veramente difficile che non auguro a nessuno". Una situazione tragica, che lo ha colpito non solo nelle finanze ma anche nello spirito: "Soffro di una depressione e in questo momento sono in cura presso l'ospedale di Niguarda. Sto vivendo un dramma interno che mi lacera. Fortunatamente ci sono i miei tre figli ai quali voglio un bene dell'anima. Sono loro la vera forza che mi fa andare avanti".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata