Dal 14 al 18 luglio torna 'Collisioni', tra incontri e grandi concerti
Il festival "Agrirock" si svolgerà nella mecca del vino italiano, Barolo

Arriva di nuovo l'atteso Festival 'AgriRock' di Barolo: Collisioni si svolgerà quest'anno dal 14 al 18 luglio nella mecca del vino italiano, patrimonio Unesco. Musica, incontri, dialoghi con premi Nobel per la letteratura, star della musica italiana e internazionale e registi di fama mondiale si avvicenderanno nelle piazze del paese piemontese.

IL TEMA DELL'OTTAVA EDIZIONE: STRANGERS. Strangers è un omaggio al genio di David Bowie, ascoltando la sua 'Strangers when we meet'. Ma anche una riflessione sulla paura che è scesa sulle vite della gente dopo le bombe di Parigi e Bruxelles. La paura per lo straniero, per ciò che è sconosciuto e diverso. L'arte insegna da sempre che chiudere le frontiere è pericoloso e aiuta a mantenerle aperte. E il Festival vuole fare questo: far incontrare persone che sono disposte a compiere quel meraviglioso gesto di generosità che è l'ascolto.

IL PROGRAMMA. Tanti i concerti e gli incontri in programma a Collisioni. I concerti prevedono l'esibizione dei Modà il 14 luglio, Elton John il 15, sabato 16 sarà la volta di Cosmo, Marco Mengoni, Africa Unite e del dj set di Saturnino. Domenica ci sarà un dj set di Andy, il concerto di Mika e quello dei Modena City Ramblers. Si chiude lunedì con Niccolò Fabi e Negramaro.

Ma il parterre di ospiti, musicisti e non, è ricchissimo nelle cinque giornate anche al di là dei concerti. Per la musica e l'incontro con i fan ci saranno Alessandra Amoroso, Cristiano De Andrè, Francesco Renga, Nek, Luciano Ligabue, Loredana Bertè, The Kolors, Roberto Vecchioni, Lorenzo Fragola, Emma, Francesco Guccini, Samuele Bersani, Claudio Baglioni, Noemi, Ron e Stato Sociale. Per la letteratura, fra gli altri, Corrado Augias, Michel Houllebecq, Erri De Luca e Stefano Benni. Per la televisione e la radio ci sarà Carlo Conti.

IL FESTIVAL. Nato da soli otto anni, Collisioni è attualmente uno dei festival più importanti d'Italia per la sua formula innovativa e la capacità di parlare a un pubblico trasversale, proponendo un'offerta variegata di musica, letteratura, cinema, alta enogastronomia e intrattenimento per famiglie. Il festival si svolge a Barolo, meta prestigiosa del turismo internazionale conosciuta in tutto il mondo per le sue eccellenze enogastronomiche ed epicentro del territorio Unesco Piemonte, unico paesaggio vitivinicolo italiano ad aver meritato questo riconoscimento. Un paese trasformato per un weekend in un grande palcoscenico non-stop dove ogni piazza e via del paese si anima di incontri con i più prestigiosi nomi della letteratura mondiale, della musica, del giornalismo e dello spettacolo, installazioni artistiche, performance musicali e teatrali e grandi concerti con le più importanti star del panorama internazionale. Il festival nel 2012 è stato scelto da Bob Dylan come unica tappa italiana per celebrare i 50 anni della sua celebre canzone 'Blowin' in the wind', nel 2013 dai Jamiroquai come unica data italiana del ventennale dalla loro formazione, nel 2014 da Neil Younge e dai Deep Purple come unica data italiana dei loro tour mondiali. Lo scorso anno ha ospitato tra gli altri i concerti di Sting, Mark Knopfler, Passenger e Paolo Nutini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata