Cynthia Nixon, da "Sex and the city" alla politica: in corsa per governare New York?
Da tempo critica il lavoro dell'attuale governatore Andrew Cuomo, ora sarebbe pronta per prendere il suo posto

Cosa direbbero gli storici fan di Sex and the city se vedessero Miranda Hobbles scalare le vette della politica americana fino a diventare governatore dello Stato di New York? Se accadesse in una puntata della serie televisiva probabilmente calzerebbe a pennello con il personaggio, un avvocato di successo, ma in realtà non è una notizia di finzione.

Cynthia Nixon, attrice nota soprattutto per il ruolo di Miranda nel fortunato show tv della HBO, sta prendendo in considerazione l'idea di correre per la carica di governatore, sfidando l'attuale politico in carica, Andrew Cuomo, che spera di essere nuovamente eletto il prossimo anno. A riportare la notizia è il New York Times, che ricorda come l'attrice si sia più volte schierata contro il lavoro di Cuomo soprattutto sul fronte dell'educazione, dal momento che da tempo è un'attivista di tematiche infantili. Secondo il quotidiano, Nixon avrebbe già iniziato a costruire una campagna, assumento nello staff due persone che in passato avevano già lavorato con l'attuale sindaco di New York, Bill De Blasio.

Molti newyorkesi hanno spinto l'attrice a candidarsi, appoggiandola pubblicamente. D'altronde non sarebbe la prima volta che la politica statunitense dovrebbe far spazio a nomi noti del mondo dello spettacolo: l'attore e culturista Arnold Schwarzenegger ha governato la California dal 1989 al 1993, per non parlare di Ronald Reagan, che è stato presidente degli Stati Uniti d'America dal 1981 al 1989, dopo una lunga e brillante carriera nel cinema. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata