Comignago in festa per Stefano e Belen marito e moglie

Novara, 20 set. (LaPresse) - C'è aria di festa nel piccolo paese di Comignago, nel novarese, a pochi chilometri dal lago Maggiore che oggi ospita le nozze tra il ballerino Stefano De Martino e la soubrette Belen Rodriguez. Lungo la via principale, l'unica del centro è un viavai di persone, dapprima reporter tv, fotografi e giornalisti, poi il numero di curiosi e fan è cominciato ad accrescere. "E' un evento storico per Comignano", commentano i cittadini. "Io sono nato qui", racconta un anziano vicino alla panetteria del paese "e non è capito mai niente di simile".

Per alcuni esercizi commerciali come l'alimentari o il centro estetico lo stop al traffico ha fatto registrare meno clienti. Nel bar della piazzetta centrale, invece, è stata una buona giornata di incassi. Lo spirito è ovunque allegro e spensierato, l'evento è vissuto quasi fosse una festa di paese. La caffetteria del centro ha organizzato un aperitivo argentino per la serata, mentre sulla strada principale è stato allestito un piccolo punto ristoro di panini alla piastra e bevande con l'originale slogan: "Salamelle alla Belen (senza farfallina) e vino a De Martino".

A 200 metri dalla Villa, dove si celebra il matrimonio, il pub Aeroplano ha lanciato un evento 'Comignago sfida Belen' aprendo anche una pagina Facebook in cui invita la gente a partecipare per "battere il matrimonio più 'In' del momento" la serata prevede dj set e leccornie varie, ma soprattutto "a mezzanotte spettacolo pirotecnico gentilmente offerto da Belen". Non se lo aspettavano i cittadini di un piccolo comune di 1200 persone di balzare agli onori della cronaca, rosa ovviamente. E soprattutto che un evento come un matrimonio potesse suscitare tutto questo clamore, scaraventandoli improvvisamente in un evento mondano. In tutta la giornata quasi mille persone, tra curiosi e fan idolatranti, gente di paese e reporter, vagavano su e giù per il centro, avanti e indietro, verso la Villa, location dell'evento, speranzosi di incrociare lo sguardo di un vip o di respirare un po' più da vicino quella magia che si portano dietro le star.

Tra tutti sono stati i più giovani, bambini ma soprattutto adolescenti, a bramare uno sguardo di Belen e ad animare nel pomeriggio il centro, sgolandosi mentre invocavano la star della tv. Ancora una volta Belen ha accontentato il suo pubblico e, dopo essere stata chiamata a gran voce, è scesa per strada, spiazzando tutti gli astanti che al massimo si aspettavano un'apparizione alla finestra. Sorrisi a profusione anche se circondata da una gran ressa. Poi è sparita entrando nella chiesetta Santo Spirito. Non è stato da meno lo sposo Stefano che è sceso nel giardino della villa. Intravedere i futuri coniugi, anche se per un momento, ha reso l'evento più reale e ha acceso ancor più la curiosità. Così la folla è accresciuta e le persone da quaranta che erano alla cancellata sono diventate quasi 200.

Dopo le 18, sono cominciati gli ingressi degli invitati. Tutto blindatissimo. Gli ospiti arrivavano a bordo di auto dai vetri oscurati e appena fuori dalle vetture le hostess li raggiungevano con degli ombrellini bianchi per non far riconoscere i vip. Pochi di loro hanno incontrato il pubblico. Paolo Ruffini è stato il primo a infrangere le regole andando incontro alla gente e posando per le foto. Sono entrate Raffaella Zardo, le ballerine di 'Amici'(Marta, Ambleta, Eleonora), Elena Santarelli e la più attesa, Elisabetta Canalis. Del resto non è dato sapere, ma dagli applausi e dai boati che sopraggiungevano dall'interno della villa, Stefano e Belen sono stati dichiarati marito e moglie. La festa è cominciata e pare vada avanti fino alle 4 del mattino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata