Claire Danes: Adoro Mandy Patinkin, come attore e come uomo

Los Angeles (California, Usa), 1 ott. (LaPresse/AP) - Claire Danes vuole proteggere la 'patria'. 'Homeland', 'Patria' per l'appunto, è il nuovo thriller psicologico a puntate nel quale l'attrice veste i panni di un agente della Cia che sospetta che un detenuto di guerra americano appena rilasciato sia in realtà un agente segreto di al-Qaeda. A fare da spalla al Claire c'è Damian Lewis, che veste i panni del soldato Scott Brody, sospettato di complotto. "Inizialmente nel film abbiamo un'interazione limitata - ha spiegato l'attrice - ma poi finalmente ci incontriamo e lì si nota come i due protagonisti abbiano molto in comune. Durante le riprese, però, ho amato in particolare lavorare con Mandy Patinkin, che nel film è il mio mentore. Adoro Mandy. Voglio dire lo amo, lo amo e ancora lo amo, sia come attore che come uomo". "E' così in gamba - ha proseguito Claire - e così selvaggiamente ricco di esperienza, si capisce che ha lavorato a lungo, che è un veterano reale. Quindi è un brivido lavorare con lui. E' aperto, giocoso, reattivo, la nostra dinamica è davvero molto speciale. Penso di aver imparato molto da lui".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata