Cino Tortorella: Ho visto aldilà, mio cuore si è fermato 2 volte
Il mago Zurlì ospite a Pomeriggio 5 racconta la sua vicenda

Cosa c'è dopo la vita? A 'Pomeriggio 5' si affronta la grande domanda con alcuni ospiti in studio tra cui Cino Tortorella, conosciuto anche come Mago Zurlì, Sandra Milo,  Alessandro Cecchi Paone. "Il mio cuore s'è fermato due volte: la prima volta mi sono trovato nel cosiddetto tunnel di luce, ma io preferisco chiamarlo abisso di chiarità. Ho iniziato a sentire tante voci, di persone che conoscevo come la mia sorellina scomparsa quando era piccolina. Poi ho sentito la voce di mia madre che diceva: non adesso! E così sono tornato indietro e mi sono ritrovato con gli stessi dolori che avevo prima. Non sono molto religioso, ma voglio dire a chi ci ascolta che dopo la morte c'è ancora qualcosa".


Allo stesso modo, Sandra Milo ha modo di sentire voci di chi le è stato vicino: "Le persone che ci hanno amato o che abbiamo amato, quando muoiono non ci lasciano mai completamente. Questi angeli mi parlano, li sento nella mente e sono un conforto". Ma Alessandro Cecchi Paone è scettico: "Quello che Cino Tortorella ha visto, insieme ad altre persone, si può spiegare scientificamente. Quando c'è un arresto cardiaco, non significa raggiungere automaticamente la morte. Molto più semplicemente, in quel momento, il cervello, che funziona come un computer è come se si spegnesse ed è per quello che tutte le persone vedono il famoso cono di luce".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata