Cinema, al MIFF vince il coreano 'Late Spring'

Milano, 17 mag. (LaPresse) - Si conclude domnani, domenica 18 maggio, il 14esimo Film Festival Internazionale di Milano. Per la sezione Cinema il pubblico del MIFF premia il film sud coreano 'Late Spring'. Uno dei film favoriti, con ben 8 candidati - titolo con più candidature 2014 - è un omaggio cinematografico all'essenza creativa dell'arte, sarà in proiezione per i milanesi ancora due volte, alle 17.00 e alle 19.00, Domenica 18 maggio, a solo 3 euro.

"Con 'Late Spring' - si legge nella motivazione - vincono le Belle Arti, la poesia, l'amore e, soprattutto, tutto ciò che dà valore e senso alla bellezza dell'Arte Cinematografica in quanto tale, lasciando lo spettatore emozionato e soddisfatto. Colpisce in particolare la fotografia di Yung-Wong Kim che incornicia la 'primavera' di 'Late Spring', con dei frame d'autore scolpiti da colori in paesaggi impressionisti di luce naturale, notti romantiche perfettamente calibrate, e interni illuminati con un'impronta caravaggesca guardando allo stile del nostro premio Oscar Storaro; e colpisce la recitazione della protagonista You-Young Lee, al suo primo film e vincitrice per la Miglior Recitazione Femminile, drammatica e aggraziata, nella parte di una modella musa ispiratrice di un artista, e capace di esprimere felicità e disperazione con pari intensità in un trionfo di bellezza elegante e raffinata".

'Late Spring' narra la storia di un famoso scultore (felice interpretazione di Yong-Woo Park), molto noto all'interno della scena artistica dell'epoca, consapevole di avere una malattia degenerativa che lo porterà alla paralisi. Sarà la moglie (Seo-Hyung Kim), che sa volere il bene di colui che ama a trovare una modella per rivitalizzare la sua creatività spingendolo a tornare al suo lavoro.

"Il Cavallo di Leonardo Da Vinci scopre talenti straordinari e illumina ancora una volta il grande cinema indipendente. In futuro sentiremo parlare dei nostri filmmaker, e dei loro film", ribadisce il direttore Andrea Galante, "come 'Late Spring', che uscirà in sala per la prima volta in Corea del Sud ad agosto, ma che sono sicuro se ne sentirà parlare in tutto il mondo, e ha davanti a sé una vita gloriosa di riconoscimenti e consenso di pubblico globale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata