Cina, figlio Jackie Chan incriminato per accuse legate alla droga

Pechino (Cina), 22 dic. (LaPresse/Xinhua) - Jaycee Chan, figlio dell'attore cinese e star del kung fu Jackie Chan, è stato incriminato a Pechino con l'accusa di avere messo a disposizione di tossicodipendenti un luogo per drogarsi. Lo riporta la procura del distretto di Dongcheng, nella capitale cinese. Chan era stato fermato dalle autorità lo scorso 14 agosto, dopo una retata antidroga avvenuta nella sua residenza di Pechino, insieme all'attore taiwanese Ko Chen-tung e ad altri. L'arresto di Chan era stato convalidato invece tre mesi fa, mentre Ko Chen-tung era stato rilasciato dopo 14 giorni di prigione. Sia Chan sia l'attore taiwanese erano risultati positivi ai test per il consumo di marijuana e avevano ammesso di avere assunto stupefacenti. Nella casa di Chan erano stati inoltre trovati oltre 100 grammi di marijuana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata